Il Bitcoin sta anticipando i movimenti dell’Euro/Dollaro

bitcoin

Dalla seconda metà del mese di febbraio è impressionanate osservare come l’andamento del Bitcoin abbia anticipato le dinamiche del cambio tra euro e dollaro (Eur/Usd). Il picco in area 10.500 della criptovaluta toccato il 13 febbraio, poi seguito dall’inizio di un brusco downtrend, è infatti stato il preludio del top a 1,15 del cross valutario segnato il 9 marzo al quale, anche in questo caso ha poi fatto seguito una rapida discesa delle quotazioni. Una correzione, per entrambi gli asset che ha registrato minimi rispettivi a 3.695 il 13 marzo e 1,06 il 23 marzo. Dopodichè, sia il Bitcoin sia l’Eur/Usd hanno iniziato a risalire.

I prossimi movimenti del Bitcoin e dell’Eur/Usd

Dal punto di vista tecnico il Bitcoin avrebbe buone chance per proseguire il recupero in atto solo nel caso in cui riesca a confermare il superamento della resistenza statica a quota 7.000 e, analogamente, per l’Euro/Dollaro questa resistenza è individuabile a in area 1,115. Per contro, l’eventuale cedimento del supporto dinamico ascendente a quota 6.000 per il Bitcoin innescherebbe una nuova discesa dei corsi. E un analogo supporto per l’Eur/Usd è individuabile in zona 1,09.            G.R.

Bitcoin vs Eur/Usd

Il confronto tra Bitcoin (scala a dx, barre nere) e l’Eur/Usd (scala sx, barre colorate)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*