Il cioccolato di Barry Callebaut non conosce crisi

Il gruppo svizzero Barry Callebaut, leader mondiale nella produzione di bulk chocolate, ha archiviato il primo semestre dell’esercizio 2014/2015 con un fatturato di 3,24 miliardi di franchi, l’11,6% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In aumento è anche l’utile netto (+10,7% a 132 milioni) e il risultato operativo Ebit (+8,7% a 219 milioni). “Tutte le divisioni hanno contribuito in modo positivo al raggiungimento del target – afferma il management del gruppo – e le vendite sono salite del 2%, a 893.437 tonnellate, con un’impennata nel secondo trimestre (+3,9%) dopo i primi tre mesi più fiacchi (+0,2%)”.

Tutto questo nel quadro di un mercato globale tendenzialmente debole, sottolinea dal canto suo il presidente della direzione, Jürgen Steinemann. Riguardo ai prossimi mesi, il gruppo si dice ottimista e prevede un’ulteriore accelerazione dei volumi di vendita.