Il Fib resta in trading range

fib logo

In stand by a ridosso dei 23.000 punti. Questa la dinamica del Fib, il future sull’indice Ftse Mib, che prosegue quasi initerrottamente dallo scorso 11 marzo. Certo, dopo la corsa che da inizio anno ha spinto i corsi a guadagnare il 23% circa, una pausa di consolidamento appare più che salutare. Tuttavia, per essere tale, il trading range in atto non deve durare ancora a lungo, pena una disaffezione dei rialzisti. Operativamente, oltre la soglia dei 23.000 punti i target successivi sono individuabili a 23.250 prima e in zona 23.750/800 poi. Per contro, se il derivato sarà per l’ennesima volta respinto da quota 23.000, per i corsi si profilerebbe  una correzione prima verso 22.715, dove al momento transita la media mobile a 21 sedute e poi verso 22.275, supporto statico del suddeto movimento laterale.      G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo
Fib