Il mercato dei rimorchi regge il confronto col 2017

rimorchi e semirimorchi

a cura di Unrae

Sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Centro Studi e Statistiche UNRAE ha elaborato una stima del mercato dei Rimorchi e Semirimorchi con massa totale a terra superiore alle 3,5t per il primo quadrimestre del 2018, mettendo in evidenza un incremento delle immatricolazioni pari al 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2017, con 7.130 unità immatricolate contro 6.457.

“Continuiamo ad essere moderatamente ottimisti circa l’andamento del mercato – afferma Sandro Mantella, Coordinatore del Gruppo Rimorchi, Semirimorchi e Allestimenti di UNRAE, l’Associazione delle Case Estere – anche tenendo conto del fatto che il decreto per gli investimenti relativo al 2018 è stato firmato e dovrebbe essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro la fine di questo mese, riaprendo così i termini per la presentazione delle domande”.

I trasportatori hanno fatto negli anni scorsi massiccio ricorso ai fondi finalizzati messi a disposizione dal Governo, e non vi sono motivi per credere che ciò non accadrà anche per il 2018, in modo che il rinnovo e l’ampliamento del parco dei veicoli trainati continui, cominciando a portare un contributo concreto anche alla sicurezza della circolazione, oltre che all’incremento dell’intermodalità.

“Attendiamo nel frattempo – conclude Sandro Mantella – di conoscere quale sarà il futuro della politica dei trasporti su gomma in Italia, nella speranza che chi la dovrà impostare abbia a cuore lo sviluppo di questo settore strategico dell’economia e si preoccupi di garantirne una evoluzione equilibrata, in sintonia con la necessità che le merci possano comunque raggiungere i mercati di destinazione senza difficoltà e in un clima di corretta competitività”.