Il petrolio Brent tenta un rimbalzo. I prossimi target e gli Etc a Milano

Il petrolio Brent sembra (almeno per il momento) aver trovato una solida base d’appoggio a 24,25 dollari per barile. Un supporto dal quale, a differenza del Wti in quesrto momento, sta tentando un rimbalzo, favorito anche dall’ipervenduto tecnico dei principali indicatori e oscillatori tecnici.

Per assistere però a una credibile e duratura inversione rialzista dei corsi dovrà essere oltrepassata la soglia tecnica e psicologica dei 30 dollari per barile. In caso contrario potremmo assitere allo sviluppo di un trading range, se non a una nuovo correzione.

I prossimi obiettivi tecnici del petrolio Brent

Dal punto di vista operativo, al rialzo e dollaro e mercato permettendo, una volta eventualmente oltrepssato l’ostacolo a quota 30, i prossimi target del petrolio Brent sono individuabili in prima battuta a 35/36 dollari per barile e, successivamente, oltre quota 40, dove di recente è stato aperto un gap ribassista.

Attenzione però: è cruciale posizionare uno stop loss (oppure uno stop and reverse) a 24,25 dollari al di sotto della quale si profilerebbe un ulteriore ritracciamento delle quotazioni.

A Piazza Affari al rialzo sul Brent sono disponibili i seguenti Etc: Wisdomtree Brent CrudeWisdomtree Brent Oil EtcWisdomtree Brent Oil 3x Leverage Daily EtpWisdomtree Brent 1mth Oil Securities e al ribasso Wisdomtree 1x Daily Short Brent Crude.      G.R.

Il trend del petrolio Brent nel medio termine

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*