Il Portafoglio Italia 2015 "doppia" il Ftse Mib. E nel 2016 si replica!

Si è chiuso ieri il 2015 borsistico. E il bilancio del Portafoglio Italia è ormai definitivo: in poco più di 11 mesi (è stato implementato infatti a metà gennaio), i tre panieri che lo compongono si sono comportati tutti decisamente bene. A dimostrazione della solidità della strategia sottostante, mutuata dalla metodologia dei “Dogs of the Dow” di Michael O’Higgins. A fronte di un Ftse Mib in crescita del 13,66%, il portafoglio dei “5 Dogs” guadagna il 29,59% e quello dei “10 Dogs” il 21,58% e anche il PPP (portafoglio composto dalla sola Unipolsai) ha sorpassato il benchmark, con un +13,54 per cento. Dei 10 titoli che compongono i portafogli, i migliori restano A2A (+58,5%), Mediolanum (+50,4%) e Terna (+36,1%). StM è rimasto poco sopra la parità (+0,74%), mentre l’unico titolo in rosso resta Igt (la ex Gtech) che accusa una perdita del 7,66 per cento. Qui tutti i numeri in dettaglio. Di seguito l’elenco dei titoli del portafoglio: A2a, Unipolsai, Enel, Terna, Snam, Mediolanum, StM, Eni, Igt, Atlantia.
Con la fine dell’anno il Portafoglio 2015 va ora in pensione. Nei prossimi giorni sarà pubblicato il nuovo Portafoglio Italia 2016. Stay tuned!! M.M.