Iniziative Bresciane, resta alto l’indebitamento. L’analisi di Market Insight

Iniziative Bresciane ha chiuso il 2019 con ricavi consolidati pari a 19 milioni (+8%) grazie all’aumento del 17% a 158 GWh della produzione di energia idroelettrica, mentre l’Ebitda sale a 13,8 milioni (+14%), l’Ebit a 6,6 milioni (+43%) e l’utile raddoppia a 3,7 milioni (1,5 milioni nel 2018) grazie agli 1,6 milioni di proventi non ricorrenti. Resta decisamente elevato l’indebitamento, sceso comunque da 74 a 66 milioni anche se rappresenta ancora ben 4,76 volte l’Ebitda e 3,39 volte i ricavi. Ecco di seguito l’analisi di Market Insight.

        1. Modello di Business
        2. Ultimi Avvenimenti
        3. Conto Economico
        4. Dati Operativi
        5. Stato Patrimoniale
        6. Ratio
        7. Outlook
        8. Borsa

Modello di Business

Iniziative Bresciane opera nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, con focus su impianti idroelettrici di medie e piccole dimensioni, con potenza concessoria compresa tra 1 e 3 MW, direttamente o attraverso società operanti nel settore idroelettrico, alcune in partnership con istituzioni pubbliche e private.

Il gruppo è titolare e gestisce 30 impianti idroelettrici in esercizio, che per la quasi totalità beneficiano di meccanismi di incentivazione (certificati verdi o tariffa unica omnicomprensiva), avendo ottenuto la qualificazione di impianti alimentati da fonti rinnovabili (IAFR o FER) da parte del Gestore dei Servizi Energetici (GSE).

Gli impianti idroelettrici sono localizzati nelle province di Brescia (12 impianti), Bergamo (12 impianti), Cremona (4 impianti) e Trento (2 impianti). Il gruppo inoltre è titolare di progetti in corso di sviluppo e/o concessioni già rilasciate.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi di Market Insight.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*