Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana fa rotta su Asia e Australia

borsa italiana

L’Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana parte oggi da Hong Kong e sarà domani a Singapore. Le tappe australiane toccheranno invece le città di Melbourne il 19 giugno e Sydney il 20 e 21 giugno. Durante il roadshow dodici società quotate sul mercato italiano incontreranno gli investitori istituzionali e la comunità finanziaria in Asia e Australia con una serie di one-to-one meeting dove verranno illustrati i risultati raggiunti e gli obiettivi futuri delle società. Le aziende rappresentano i principali settori dell’economia italiana: dal lifestyle alle società industriali, dalle società di pubblica utilità e infrastrutture alle società di servizi finanziari.

Le società che Borsa Italiana accompagna in Asia e Australia sono: Anima Holding, Azimut Holding, Banca Mediolanum, Brembo, Campari, Enav, Gima TT, Ima, Interpump Group, Maire Tecnimont, Snam, Technogym. Oltre 80 gli investitori presenti in rappresentanza di più di 60 case di investimento che incontreranno le società in oltre 180 incontri.

Continua a crescere l’interesse degli investitori di Asia e Australia per i titoli italiani: a inizio anno erano oltre 110 le case di investimento asiatiche e australiane con posizioni aperte nei titoli del FTSE MIB per il tramite di oltre 200 fondi locali.

Oltre ai meeting riservati tra le società presenti e gli investitori, Borsa Italiana incontrerà anche la comunità finanziaria locale. In particolare, in occasione di presentazioni pubbliche organizzate a Hong Kong e Sydney in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri, Ambasciate e Consolati Italiani locali, le Camere di Commercio Italiane e ICE, Borsa Italiana presenterà le caratteristiche del mercato azionario italiano e gli strumenti di investimento in economia reale, dai tradizionali investimenti azionari ai Fondi di Investimento Alternativi.

L’Italian Equity Roadshow è organizzato in collaborazione con CGS-CIMB-Kepler-Cheuvreux, Societé Generale e UBS.

Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, ha commentato: “La quantità e la qualità degli incontri organizzati in questi cinque giorni sono un’ulteriore conferma dell’interesse nei confronti del mercato italiano da parte della comunità finanziaria internazionale. L’Italian Equity Roadshow rappresenta una tradizione che si rinnova ogni anno, un’occasione importante per valorizzare e promuovere il mercato azionario italiano nel mondo ed è un’opportunità per consolidare le relazioni e il dialogo tra le società quotate italiane e gli investitori internazionali”.

Patrizia Celia, Head of Large Caps and Market Intelligence di Borsa Italiana, ha dichiarato: “Anche quest’anno l’Italian Equity Roadshow di Borsa Italiana promuove e valorizza le eccellenze italiane nel mondo, concentrandosi in questi giorni su alcune delle aree geografiche a maggiore crescita e da cui provengono investimenti sempre più importanti, l’Asia e l’Australia. Borsa Italiana è da sempre attiva nel promuovere le eccellenze del nostro Paese nel mondo presso la comunità finanziaria internazionale supportando il  dialogo tra le società italiane e gli investitori a livello mondiale”.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*