Jeep cinese? Fca mette il turbo a Piazza Affari

Dopo che Pechino nei giorni scorsi ha annunciato drastiche restrizioni negli investimenti per le imprese cinesi a effettuare investimenti nei settori dell’intrattenimento, sport, hotel e immobiliare, a causa di un indebitamento “insostenibile”, è arrivata la notizia (fonte il sito statunitense Automotive News) di un possibile interessamento da parte del gruppo automobilistico cinese Great Wall al marchio Jeep, ora detenuto da Fca, che per il momento non ha rilasciato dichiarazioni.

A Piazza Affari il titolo Fca segna una performance di circa il 4%, rialzo che ha spinto i corsi a oltrepassare il top da inizio anno segnato lo scorso gennaio a 11,17 euro e a oltrepassare quindi la resistenza statica di medio periodo posta a quota 11. Operativamente i prossimi obiettivi del titolo sono individuabil in zona 11,30/11,50 prima e poi a ridosso dei 12 euro. Essenziale però posizionare uno stop loss a 10,55 euro.        G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

Fca