La Bce riduce il volume record di emissioni

“Sebbene le proiezioni di emissioni di titoli di stato nell’Area euro siano ancora in evoluzione, è ormai fuori discussione che il loro volume raggiungerà quest’anno un nuovo picco storico. I governi hanno definito programmi fiscali che aumenteranno notevolmente il debito pubblico: prevediamo che il volume lordo delle emissioni raggiungerà almeno 1.120 miliardi di euro (con rischi concreti di una valore più alto). Una maggiore emissione di titoli a breve periodo dovrebbe comunque limitare l’assorbimento dell’aumento di duration”. E’ quanto nota Florian Späte, Senior Bond Strategist di Generali Investments.

Tuttavia, prosegue, “la Bce è pronta a sostenere i titoli governativi europei. Oltre al programma App, nel mese di marzo ha annunciato ulteriori programmi di Qe. Nel complesso, prevediamo che la Bce acquisterà obbligazioni sovrane per un importo di oltre 720 miliardi di euro nel 2020 (esclusi i reinvestimenti). Questo sarà l’importo più alto di sempre e contribuirà a rendere il livello di emissioni nette largamente negativo”.

Secondo Späte, tutti i paesi dell’Area euro avranno un’emissione netta negativa, con la Germania come principale beneficiario dei nuovi programmi. Oltre alla profonda recessione e alle scarse prospettive di inflazione, ciò contribuirà per il momento a mantenere i rendimenti dell’Area euro a un livello molto basso.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*