La Lira turca penalizza l’Euro

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

Importante segnale ribassista per il cambio Euro/Dollaro, scivolato in mattinata al di sotto del supporto statico posto a quota 1,15 che da fine maggio maggio sosteneva i corsi. Un movimento legato alla crisi della lira turca, che nell’intraday di oggi  ha toccato il minimo storico contro dollaro a 6,4684 in scia alle tensioni tra Ankara e Washington e al fatto che la Bce si è detta preoccupata delle banche della zona euro con interessi in Turchia (dove la valuta locale, la lira turca, sta crollando), a cominciare da Unicredit, che  controlla l’istituto turco Yapi Kredi Bank, la quarta banca del Paese per importanza.

Dal punto di vista operativo, per l’Eur/Usd potrebbe di fronte a questo scenario aprirsi lo spazio per un ulteriore ribasso verso 1,145 in prima battuta (movimento favorito dall’ancora ampia distanza dall’area di ipervenduto dei principali indicatori tecnici) e in seguito dopo una eventuale fase laterale di consolidamento di breve termine verso la zona a ridosso di quota 1,14. Solo la conferma del ritorno al di sopra della soglia di 1,15 innescherebbe invece una credibile inversione rialzista con primi target in area 1,16/1,162.      G.R.

 

Share this post: