La seconda classifica dell’ITCup 2019

Si conclude la terza settimana dell’ITCup 2019 e riportiamo quindi la seconda classifica. Il primo posto è occupato da Nicolò Pegoraro con una sorprendente performance del 26,32%. Il “Mago”, Tony Cioli Puviani, continua a migliorare portando la sua performance al 17,99% e confermandosi al secondo gradino del nostro podio settimanale. Anche la terza posizione rimane invariata con il trader Luca Padovan e la sua performance di 13,10%.

Scende in quarta posizione il nostro primatista della settimana scorsa, Fabrizio Minciotti, sempre con una notevole performance del 9,32%.

Il commento dell’organizzatore

La seconda classifica conferma quanto avevamo ipotizzato con la prima in termini di performance. Esse sono sorprendenti in quanto positive e stabili. Nelle vecchie edizioni, almeno i 2/3 dei concorrenti avevano una performance negativa fin dalla prima settimana. Forse la limitazione alla asset class degli strumenti strutturati quale i Certificati Vontobel ha filtrato la competizione per dei trader più competenti?

L’operatività dei concorrenti si modifica con il passare degli anni. Storicamente, fino a cinque anni fa, il vincitore era uno scalper che compiva  tra le 100 e le 1000 operazioni. Negli ultimi anni il mercato è cambiato, sono subentrati i sistemi di trading che rendono la vita dura per uno scalper, e l’operatività dei trader si è ridotta.

Il primo classificato

Nicolò Pegoraro è un giovane studente di economia e partecipa alla competizione con suo padre Luigi, attualmente 11esimo in classifica, che dopo anni di trading ha trasferito questa sua passione al figlio.

I due hanno sviluppato un loro trading system con il quale operare. Scelgono pochi sottostanti, operano solo con i Covered Warrant, e la loro strategia si compone di operazioni veloci in ottica temporale.

Perché il Covered Warrant? La situazione attuale dei mercati è caratterizzata da un’elevata volatilità, ed un Covered Warrant vede aumentare il proprio prezzo al crescere di quest’ultima.

I Pegoraro credono nel loro trading system. Sono convinti che prima di operare bisogna capire gli emittenti e le loro eventuali debolezze. Padre e figlio affermano di sfruttare la loro abilità nel calcolare i livelli di volatilità, che considerano migliore di quella dei Market Maker Vontobel, e questo permette loro di fare performance notevoli.

Il commento dello sponsor

Vontobel ha lanciato questa nuova edizione dell’ITCup in accordo con l’organizzazione per un fine educativo: permettere alle persone di operare con i migliori trader per capire nuovi strumenti ed ampliare le proprie prospettive di trading.

Quindi questa nuova versione dell’ITCup ha tra gli obiettivi la scoperta di nuovi talenti, e quale migliore storia di quella che possiamo raccontare questa settimana? Un giovane talento del trading che “batte” il proprio padre e si classifica immediatamente sopra un top trader del calibro di Tony Cioli Puviani.

Commenti tecnici: Pricing di un Covered Warrant

Il pricing dei Covered Warrant avviene in maniera automatica seguendo con rapporto 1:1 il pricing delle opzioni.
Quello che affermano Nicolò e Luigi Pegoraro non è una vera e propria situazione di arbitraggio, ma un’opportunità per i clienti Vontobel.
Le opzioni sono prezzate facendo delle ipotesi, che spesso non tengono conto di alcuni fattori come gli studi di finanza comportamentale, ed è quindi possibile che queste ipotesi siano errate e qualche trader ne faccia di migliori.

Commenti tecnici: Funziomento di un Leva Fissa Certificate

Un Leva Fissa Certificate è uno strumento che replica la performance del sottostante. Si prende la performance del sottostante al momento e si confronta con quella della chiusura della giornata precedente di negoziazione e si moltiplica per la leva scelta.

Quali sono i costi di questo strumento?

Lo spread denaro/lettera

Un Leva Fissa Certificate è uno strumento quotato, e come tale ha uno spread tra il prezzo a cui è possibile acquistarlo e quello a cui è possibile venderlo.

Vontobel è conosciuta in Italia per via dei suoi spread ridotti. L’eccellenza tecnologica che permette un sistema di pricing e market making altamente informatizzato rende possibile offrire dei costi inferiori ai competitori, che dall’ingresso di Vontobel nel mercato si sono visti obbligati a ridurre i loro spread.

Le commissioni di negoziazione

Sono quei costi applicati dai broker su ogni transazione. Utilizzando gli strumenti Vontobel tramite i broker convenzionati, tra cui gli sponsor dell’ITCup 2019, Binck Bank e Directa Sim, è possibile non pagare queste commissioni, a patto che l’operazione sia di almeno 1.500 euro per singolo ISIN.

Per consultare il regolamento dell’evento ed iscriversi alla competizione, consultare il sito: www.itcup.it

Per maggiori informazioni sui prodotti e servizi Vontobel: certificati.vontobel.com.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*