La semestrale di Technogym favorisce un rimbalzo tecnico

Partenza al galoppo a Piazza Affari per il titolo Technogym, che stamane guadagna circa il 5% oscillando attorno ai 9,55 euro dopo aver toccato i 9,59 euro in apertura di seduta. Merito, probabilmente, della promozione arrivata da Equita Sim dopo i numeri della semestrale, diffusi ieri pomeriggio. Gli analisti hanno infatti alzato da “hold” (mantenere) a “buy” (acquistare) il giudizio sul titolo dopo che i conti della prima metà dell’anno si sono chiusi con ricavi in crescita dell’8,2% a 295 milioni, un Ebitda di 47,4 milioni (+5,7%) anche se con un lieve calo della marginalità (16,1%, -40 punti base) e un utile netto rettificato in crescita del 6,4% a 47,4 milioni (ma l’utile netto cala del 2,3% a 32,8 milioni), oltre che un indebitamento in calo a 31,1 milioni, contro i 39,5 milioni attesi dal consenso.

I risultati semestrali di Technogym

Risultati apparsi in linea o leggermente migliori delle attese e che hanno confermato una crescita “high-single digit” dopo il trend positivo degli ultimi tre anni. Su base geografica il Nord America è cresciuto del 24,4% a 42 milioni, l’Asia-Pacifico del 19,7% a 53 milioni, il Medio Oriante-India-Africa del 13,9% a 24 milioni e l’America Latina del 11,4% a 11 milioni. Molto più modesta la dinamica del atturato in Europa (+0,8% a 139 milioni) e in Italia (+0,9% a 26 milioni). L’aumento dei volumi di vendita e il mix di prodotti ha solo in parte compensato i maggiori costi logistici e i costi finalizzati allo sviluppo dei canali di vendita e alla copertura del mercato, finendo col riflettersi in un modesto calo della redditività.

L’incremento degli ammortamenti ha invece inciso sull’Ebit (32,8 milioni, -2,3%), ma l’Ebit rettificato è comunque salito dell’1,6% a 34,1 milioni. La la generazione di cassa, infine, ha compensato gli investimenti effettuati e i dividendi pagati consentendo un calo dell’indebitamento finanziario netto consolidato che dopo l’applicazione del principio contabile Ifrs 16 è pari a 50,2 milioni.

Il business di Technogym, grazie all’ampia diversificazione dei mercati di sbocco, appare dunque in salute anche se le incertezze sulla tenuta della domanda in Italia e in Europa frena gli analisti fondamentali, che in maggioranza (6 giudizi su 9) restano neutrali (“hold”) sul titolo, mentre due giudizi sono positivi (un “buy” e un “outperform”) e solo uno è negativo (“underperform”), con un target price di consenso appena inferiore ai 10,8 euro per azione.

I multipli di Technogym

In compenso a fronte di un utile per azione 2019 atteso pari a 43 centesimi e di un dividendo previsto dal consenso pari a 17 centesimi, Technogym tratta con un P/E di poco superiore alle 22 volte con un dividend yield potenziale dell’1,78%, valutazioni che pure scontano il calo di oltre il 10% accusato dal titolo negli ultimi 12 mesi sino alla chiusura di ieri sera. Un quadro che fino a ieri induceva gli analisti tecnici a consigliare prudenza sul titolo che appariva inserito in un trend moderatamente ribassista a brevissimo-breve periodo e incerto anche a medio-lungo termine, tanto che si monitoravano i supporti in area 8,6 euro.

Il giudizio positivo di Equita Sim, specie se dovesse essere seguito da altri analoghi, potrebbe favorire il rimbalzo a lungo atteso e portare Technogym sino ai 9,7 euro come primo obiettivo.

Il quadro tecnico di Technogym

Perchè il quadro tecnico volga in positivo sarà tuttavia importante che le quotazioni risalgano sopra la media mobile veloce e poi a quella lenta (che attualmente si trova sopra quella veloce). Un aiuto al rimbalzo può arrivare dalla situazione fotografata dagli indicatori stocastico e di forza relativa (Rsi), entrambi nella parte bassa della rispettiva fascia d’oscillazione a indicare come il titolo sia sostanzialmente stato scaricato dai trader durante l’estate (negli ultimi tre mesi, infatti, calo era accelerato tanto che il titolo a ieri perdeva oltre il 9% rispetto a tre mesi prima).

A cura di Luca Spoldi, Cefa, 6 In Rete Consulting Ceo (www.6inrete.it)

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*