Listini azionari alla prova delle trimestrali

Il FtseMib ha disegnato una candela white marubozu che recupera buona parte del ribasso di giovedì. Settimana scorsa si è chiusa in frazionale rialzo (+0.21%) mentre il bilancio da inizio anno rimane in rosso: -15.91%.
E’ stata un’ottava ricca di spunti operativi che abbiamo approfondito in questo articolo.

L’andamento della settimana appena iniziata è legato alle trimestrali Usa, in particolare oggi seguiamo in numeri di Pepsico. Il giorno dopo ci attendono i numeri: Citigroup. Jpmorgan ChaseRelatech, Sesa, Wells Fargo. Mercoledì: Alcoa, Ebay, Goldman Sachs, Nova Re e Us Bancorp. Giovedì: Abbott Laboratories, Bank Of America, Honeywell International, Johnson & Johnson, Microsoft, Morgan Stanley, Netflix e Zalando. Infine venerdì attendiamo i risultati di Blackrock.

Operativamente bisogna porre attenzione perché a causa di un aggiornamento tecnico previsto da Borsa Italiana, tutti gli ordini validi sino a data immessi sui mercati gestiti da Borsa Italiana sono stati cancellati.

Tra i titoli interessanti in ottica di breve termine:

STM disegna una candela long white con volumi che tocca i massimi dal 27 febbraio. I prezzi si riportano a contatto con la resistenza passante in area 25.5 euro. Una chiusura superiore a questo livello, fornirà un solido segnale rialzista.

Volumi importanti anche su Leonardo (i più elevati dall’11 giugno) che disegna un interessante Lizard. Possibile un tentativo di rimbalzo da questo livello.

Prosegue l’ uptrend Ferrari che testa la resistenza in area 158 euro. Possibile intervenire a seguito del breakout di questo livello.

Tenaris riconosce il supporto in area 5.4 euro. Possibile assistere a un tentativo di rimbalzo da questi livelli.

Seguiamo OVS su cui si stanno pericolosamente incrementando le scommesse ribassiste degli investitori istituzionali. In particolare le PNC (posizioni nette corte) sono salite del 141.38% negli ultimi 30 giorni passando dallo  0.58% dell’8 giugno all’1.4% attuale.

Saras dopo aver toccato i minimi assoluti a 0.562 euro mostra interessanti segnali di reazione. Quello di venerdì potrebbe essere un bottom importante sopra cui consolidare.

A cura di Pietro Di Lorenzo, www.sostrader.it

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*