L’oro supera la trendline discendente. I prossimi obiettivi tecnici

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

oro monete

Dopo aver testato il supporto statico posto a 1.200 dollari per oncia, il prezzo spot dell‘oro ha beneficiato di un rimbalzo tecnico che prima a spinto i corsi a incrociare al rialzo le medie mobili a 21 e 50 sedute, al momento rispettivamente a quota 1.237 e 1.251, e in seguito ha permesso il superamento a 1.260 dollari della trendline discendente che da inizio maggio impediva uno stabile trend ascedente.

Operativamente, al rialzo i prossimi target sono individuabili a quota 1.284 in prima battuta e, successivamente, nell’area compresa tra i 1.295 e i 1.305 dollari. Cruciale però posizionare uno stop loss a quota 1.255, livello al di sotto del quale il metallo potrebbe accusare una nuova discesa verso 1.235.

Al rialzo sull’oro, nel complesso, a Piazza Affari sono disponibili nove Etc: si va dagli quelli che prevedono il deposito “fisico” di lingotti come il Db Physical Gold, il Db Physical Gold Euro Hedged, Etfs Eur Daily Hedged Gold (con copertura del rischio di cambio), l’Etfs Physical Gold e l’Rbs Physical Gold, Etfs Physical Swiss Gold, a quelli legati al prezzo spot (Etfs Gold Bullion Securities) o al future quotato al Comex (Etfs Gold) o ancora agli Etn (Lyxor Etn Gold). Infine, quelli dotati di effetto leva (doppia): Etfs Daily Leveraged Gold.      G.R.

Clicca sul grafico per ingrandirlo

oro

Share this post: