Medacta pronta a sbarcare sul listino di Zurigo

svizzera bandiera

La società ticinese Medacta si è detta pronta a sbarcare presto alla Borsa svizzera: il gruppo con sede a Castel San Pietro che sviluppa, produce e distribuisce in tutto il mondo dispositivi medici ortopedici e neurochirurgici prevede nel dettaglio, come riportato sul sito web della Rsi, di entrare nel SIX Swiss Exchange nel corso del secondo trimestre, a seconda delle condizioni di mercato.

Fondata nel 1999 e controllata dalla famiglia Siccardi, l’impresa ha realizzato l’anno scorso un giro d’affari di 273 milioni di euro (309 milioni di franchi). È presente in dodici Paesi, fra cui Stati Uniti, Giappone e Australia; i prodotti sono distribuiti in 20 Stati. Medacta dispone di 400 brevetti e dà lavoro a 970 persone. L’anno scorso il fatturato dell’azienda è salito dell’11% rispetto all’anno prima. Negli ultimi tre anni la crescita media si è attestata al 14%. Una buona metà dei ricavi è realizzata con prodotti per l’anca e un terzo con quelli per il ginocchio. Nel 2018 il settore della colonna vertebrale ha rappresentato circa il 7% del giro d’affari, mentre il segmento spalla e della medicina sportiva l’1%. La redditività viene definita elevata: il margine operativo Ebitda è del 32%.

L’entrata in Borsa (initial public offering, IPO) avverrà solo attraverso azioni secondarie

La famiglia Siccardi, il fondatore è Alberto Siccardi, oggi presidente del consiglio di amministrazione, manterrà una quota di maggioranza, informa la stessa Medacta in un comunicato.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*