Minibond, raggiunte le 366 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro

borsa italiana

I primi sei mesi del 2019 si chiudono con un totale di 366 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro, di cui 306 minibond, ovvero emissioni di taglio inferiore a 50 milioni di euro. Il mercato si conferma in costante crescita: anche nel secondo trimestre 2019 il numero dei minibond risulta in linea con il trimestre precedente e con il secondo trimestre 2018, mentre il controvalore, su base annua, risulta quasi doppio.

Sono i dati che emergono dal Barometro Minibond di Epic e Business Support, che evidenziano come questa dinamicità dimostra che le piccole e medie imprese continuano a ritenere i minibond uno strumento molto efficace, soprattutto in ottica di un percorso di crescita più ampio.

Anche in questo trimestre crescono le emissioni di aziende dei settori Industrial e Power & Utilities, come ad esempio il minibond di Cogne Acciai Speciali da 15 milioni di euro o quelli di Solo Sole da 5,3 milioni di euro e Caab Energia da 8,35 milioni di euro. Due minibond, entrambi emessi da Spindox, fornitore di servizi IT, vanno ad accrescere anche il settore Media & ICT.

Ecco, in breve, la fotografia del mercato al 30.06.2019:
– Raggiunto il numero di 366 emissioni sul mercato ExtraMOT Pro per un controvalore di 21,31 miliardi di euro. Le emissioni con taglio inferiore a 50 milioni di euro (minibond) sono 306, per un controvalore pari a 2,122 miliardi di euro.
– Di queste ultime, risultano ancora in essere al 30.06.2019 163 emissioni, per un controvalore pari a 1,274 miliardi di euro (considerati i rimborsi di capitale già avvenuti). Segnaliamo che nei prossimi mesi del 2019 sono in scadenza 22 emissioni, per 164 milioni di euro.
– Nel secondo trimestre del 2019 le nuove emissioni sono allineate come numero allo stesso trimestre del 2018 (9 contro 9) mentre l’ammontare risulta quasi doppio (39 milioni di euro contro 20).
– Rispetto a quanto registrato al 31 marzo 2019, si conferma il trend di riduzione del taglio medio, che al 30 giugno 2019 scende a 6,89 milioni di euro, e della cedola media, che alla stessa data scende al 5,04%.
– Crescono le emissioni delle aziende appartenenti ai settori Industrial, Power & Utilities e Media & ICT per un controvalore complessivo di circa 32 milioni di euro.
– Di particolare interesse l’emissione di Cogne Acciai Speciali, tra i leader europei e mondiali del settore degli acciai inossidabili lunghi, che ha quotato all’ExtraMot Pro un minibond da 15 milioni di euro.
– Sebbene non inclusi nel quadro statistico perché non quotati sull’ExtraMOT Pro, si segnalano il minibond di Gruppo Smemoranda curato da Epic per 8,1 milioni di euro e il minibond emesso da VRM per 5 milioni di euro sottoscritto da Unicredit.
L’identikit aggiornato del minibond sotto 50 milioni di euro è il seguente:
• Taglio medio 6,89 milioni
• Scadenza media: 4,97 anni
• Struttura del rimborso: 47% bullet (tutto a scadenza) / 53% con piano di ammortamento
• Cedola media annua: 5,04%
• Fatturato medio emittente: 87,1 milioni

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*