Nexi a gonfie vele, unico limite sono le valutazioni già elevate

Nexi continua a salire a Piazza Affari, confermandosi tra i pochi titoli a non risentire quasi della crisi legata alla pandemia di Covid-19. Anzi, negli ultimi tre mesi Nexi è salita di oltre 6 punti, grazie peraltro al +9% abbondante messo a segno nelle ultime 5 sedute di borsa, con una capitalizzazione arrivata ormai a un soffio dai 10 miliardi di euro, ovvero olter 6 volte quella di una banca come Banco Bpm.

Sull’andamento del titolo pesano certamente le ricorrenti voci di una possibile acquisizione di Sia (Bloomberg la scorsa settimana ha parlato di un’intensificazione delle trattative coi rispettivi advisor al lavoro per valutare le sinergie derivanti da una fusione e per elaborare una valutazione di Sia, che il mercato indica mediamente attorno ai 3,7 miliardi di enterprise value), come pure le prospettive del settore dei pagamenti digitali, per il quale l’epidemia di Covid-19 si sta rivelando una portentosa spinta in grado forse di far superare il gap culturale che finora in Italia ne aveva impedito una più ampia diffusione.

Da inizio anno il titolo ha così saputo mettere a segno un +26,6%, diametralmente opposto all’andamento del Ftse Mib (-25,1%) e del Ftse Italia Mid Cap (-22,4%), come pure del Ftse Italia Servizi Finanziari (-28,9%) e comunque ottenuto una robusta sovraperformance rispetto all’Euro Stoxx Servizi Finanziari (-6%). Come dire che l’unico vero problema di Nexi continuano a essere valutazioni decisamente superiori al mercato e ai concorrenti, nonché ormai ampiamente oltre il target price a 12 mesi di consenso (pari a 14,86 euro, circa un euro inferiore ai valori correnti delle quotazioni).

Il giudizio degli analisti su Nexi

Ciò nonostante con soli 7 “hold” e ben 5 “buy” e 5 “outperform” il titolo continua chiaramente a piacere agli analisti fondamentali, che sembrano perdonargli volentieri un P/E ormai superiore a 40 volte grazie alle prospettive future, come detto molto interessanti. Ancora più ben disposti restano gli analisti tecnici, che segnalano come il titolo resti in un trend fortemente positivo nel brevissimo e breve periodo e comunque positivo anche a medio-lungo termine.

L’attuale strategia rialzista, scattata al superamento dei 14,8 euro (che come detto coincidevano sostanzialmente col prezzo obiettivo indicato dai principali broker che coprono Nexi) e che prevede una stop-loss in area 14,2 euro per azione, ha come obiettivo finale il ritorno sui 16,20-16,25 euro per azione. Prima di riuscirci Nexi dovrà superare una serie di test, il primo dei quali è una ventina di centesimi sopra i livelli correnti a 15,95 euro per azione.

Il rischio di queste situazioni, peraltro ampiamente confermate dall’impostazione sia dello Stocastico e dell’indicatore di forza relativa (Rsi), sia dall’impostazione delle medie mobili, con quella più veloce a 7 sedute che ormai dal 12 maggio si mantiene sopra quella più lenta a 14 sedute, entrambe essendo orientate al rialzo, è che possa verificarsi uno storno tecnico per lo scattare di qualche presa di profitto (o per qualche notizia negativa, non necessariamente legata all’andamento dei fondamentali ma magari a incertezze sulle trattative con Sia).

In questo caso, infatti, il titolo potrebbe rapidamente tornare sui suoi passi sino verso i 14,80-14,78 euro per azione, dove sta arrivando la media mobile veloce, quindi sui 14,50 euro dove si trova il primo supporto statico e dove tra poco arriverà anche la media mobile lenta (al momento sui 14,41 euro per azione). Se tale livello di supporto fosse violato il titolo potrebbe poi scivolare ancora e in caso di attivazione della stop-loss sopra ricordata potrebbe tornare a oscillare tra i 14 e i 13 euro per azione, banda in cui si era mantenuto da inizio aprile sino a metà maggio con un paio di falsi segnali (al ribasso prima e al rialzo poi), prima di spiccare il volo la scorsa settimana.

Nexi a Piazza Affari negli ultimi 12 mesi

A cura di Luca Spoldi, Cefa, 6 In Rete Consulting Ceo (www.6inrete.it)

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*