Nexi di nuovo sui massimi dopo l’accordo con l’Abi. I prossimi target tecnici

Nexi torna a ridosso dei massimi storici a Piazza Affari. Merito dell’accordo con Cbi, il consorzio promosso dall’Associazione Bancaria Italiana per l’innovazione nel mercato dei pagamenti con l’obiettivo di lavorare sulla piattaforma di open banking Cbi Globe. Un sistema che finora ha supportato circa 300 prestatori di servizi di pagamento nelle attività di adeguamento tecnico richieste dalla direttiva sui servizi di pagamento (Psd2), consentendo all’intera industria bancaria di beneficiare di risparmi stimati a circa 180 milioni di euro.

Il quadro tecnico di Nexi

Dal punto di vista operativo il titolo, una volta eventualmente oltrepassato il top storico segnato a quota 12,80 euro lo scorso 2 gennaio ed effetuato una breve movimento laterale di consolidamento che consentirebbe agli indicatori tecnici di allontanrsi dalla zona di ipercomprato, potrebbe allungare ulteriormente il verso 13,15 euro prima e 13,50/60 in seguito. Attenzione però: è fondamentale posizionare uno stop loss a 12,20 euro, dove è posto un supporto statica di breve termine.    G.R.

Il trend di Nexi a Piazza Affari

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*