Nuveen: i 5 temi cardine per la gestione del portafoglio

La volatilità nei mercati continuerà probabilmente a essere elevata, i rendimenti sono ai minimi storici e l’incertezza sulla direzione futura della pandemia e dell’economia globale rimane alta. Tutto questo crea un ambiente complesso per gli investimenti, e tuttavia i piani, gli obiettivi e le esigenze a lungo termine degli investitori non sono cambiati. Pensando a tutto ciò, il Global Investment Committee di Nuveen propone cinque temi chiave da considerare nella gestione di un portafoglio d’investimento. Ve li proponiamo di seguito.

1. Tenere gli investimenti, continuare a riequilibrare

Sebbene sia importante per le istituzioni e per i singoli investitori riservare un po’ di liquidità per le esigenze della spesa corrente (e per acquisti opportunistici), riteniamo comunque che la maggior parte del denaro dovrebbe essere investito. Molti investitori rimangono in disparte con grandi somme di denaro in attesa di una maggiore chiarezza, e tuttavia questo non è generalmente un buon sistema per raggiungere i propri obiettivi di lungo termine. Piuttosto, riteniamo che gli investitori dovrebbero lentamente riportare i loro portafogli alle allocazioni strategiche di lungo termine, basandosi sulle idee suggerite in precedenza e a seguire.

Anche per coloro che hanno investito per intero i loro capitali, il suggerimento è di riequilibrare il portafoglio in linea con i piani a lungo termine. Tuttavia è importante notare che, mentre tre mesi fa questo probabilmente avrebbe significato assumere posizioni di maggior rischio, poiché i mercati azionari e creditizi erano crollati, oggi questo potrebbe significare il contrario, nel caso gli investitori detenessero asset che si sono apprezzati fortemente nel secondo trimestre.

2. Stendere una rete più ampia per ottenere rendimenti

Il contesto di tassi e rendimenti “più bassi, più a lungo” è destinato a durare. Generare rendimenti sarà quindi difficile per qualche tempo, il che significa che gli investitori dovrebbero considerare diversi segmenti del reddito fisso, azioni che pagano dividendi e investimenti alternativi come immobili, asset reali e credito privato.

Nel predisporre questa rete più ampia, tuttavia, gli investitori dovrebbero capire quali rischi sono connessi alla generazione di rendimenti e in che modo siano correlati. Tra diversi strumenti e opzioni, è possibile classificare le diverse asset class per gruppi di rischio: di tasso di interesse, di credito e azionario. Ciascuno offre profili di rendimento e volatilità diversi (Figura 6) e suggeriamo agli investitori di diversificare tra diverse opportunità e rischi.

3. Valutare attentamente dei rischi

In continuità con il tema precedente, riteniamo che l’approccio all’investimento riguardi tanto (o più) la gestione e il bilanciamento dei rischi quanto la ricerca di opportunità specifiche. Tuttavia, molti investitori non stanno prendendo pienamente in considerazione i rischi che corrono e il modo in cui si integrano. Ad esempio:
• in relazione ai rendimenti, è nostra opinione che gli investitori non siano adeguatamente compensati per il rischio di durata. Anzi, questo potrebbe essere il momento di assumere un maggior rischio di credito all’interno dei mercati del reddito fisso.
• Riteniamo, inoltre, che gli investitori dovrebbero assumere ulteriori rischi di liquidità. Alcuni segmenti dei mercati aperti offrono ancora un premio di liquidità, come ad esempio emissioni di credito minori non ampiamente coperte dagli analisti. Allo stesso modo, riteniamo che la maggior parte degli investitori sia sottoallocata rispetto a investimenti privati non liquidi. Gli investimenti a lungo termine nel private equity e nel credito privato – nonché in asset reali come terreni agricoli e agricoltura – possono svolgere un ruolo importante nella maggior parte dei portafogli, in particolare durante i periodi di turbolenza dei mercati.

4. Focalizzarsi sull’alta qualità e sul valore relativo

Nel valutare le diverse asset class, è importante focalizzarsi coerentemente su investimenti di qualità superiore, ovvero qualità di credito generalmente elevata, asset class che possano generare flussi di cassa sostenibili e affidabili e investimenti incentrati su fattori ambientali, sociali e di governance positivi.

Un secondo tema che vale per tutte le asset class è l’attenzione al valore relativo. Nel segmento azionario, ad esempio, investimenti in titoli ciclici e value potrebbero rappresentare solide opportunità tattiche nel breve termine. Nel reddito fisso, il debito dei mercati emergenti, la finanza strutturata e le obbligazioni municipali offrono valore. E stiamo assistendo a investimenti interessanti in infrastrutture collegate ai dati, in agricoltura sostenibile e in settori immobiliari alternativi.

5. Sfruttare i vantaggi della gestione attiva

Questo tema finale potrebbe essere il più importante. È probabile che la volatilità rimanga elevata e che cambiamenti improvvisi nel sentiment del mercato si verifichino senza preavviso. Tutti i membri del nostro Comitato per gli investimenti globali e i team di gestione dei portafogli stanno trovando idee di investimento altamente idiosincratiche e in rapido movimento, in tutte le asset class. Selezione, ricerca, agilità e sicurezza rivestono tutte un ruolo cruciale in questa fase.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*