Officina Stellare debutta oggi (col botto) su AIM Italia

Debutto quest’oggi su AIM Italia per Officina Stellare, società attiva nella progettazione e produzione opto meccanica di strumentazione scientifica (telescopi) per applicazioni quali osservatori astronomici, stazioni di monitoraggio, sistemi in orbita. Un debutto “stellare”, almeno nelle prime ore di contrattazioni: attorno alle 11.30 il titolo segna un +60%.

Si tratta della quattordicesima ammissione da inizio anno su AIM Italia, che porta a 118 il numero delle società attualmente quotate sul mercato dedicato alle piccole e medie imprese di Borsa Italiana.

In fase di collocamento la società ha raccolto 5,2 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 15,00%, (15,63% in caso di esercizio integrale dell’opzione Greenshoe) con una capitalizzazione pari a 33,0 milioni di euro.

Officina Stellare è stata assistita da Banca Finnat in qualità di Nominated Advisor, Global Coordinator e Specialist dell’operazione.

“Siamo lieti di celebrare oggi la quotazione su AIM Italia di Officina Stellare, PMI innovativa nel settore aerospaziale con uno spiccato orientamento alle ricerca scientifica. Riteniamo che la quotazione in Borsa Italiana rappresenti per Officina Stellare un’opportunità importante per continuare a competere nel settore della New Space Economy e per alimentare ulteriormente le proprie ambizioni di sviluppo, visibilità ed espansione a livello globale, coinvolgendo un’ampia platea di investitori”, ha detto Barbara Lunghi, Head of Primary Markets di Borsa Italiana, in occasione dell’inizio delle negoziazioni.

Da parte sua Giovanni Dal Lago, CEO e co-fondatore di Officina Stellare, ha dichiarato: “Siamo felici di avere concluso con successo il processo di quotazione su AIM Italia, che abbiamo intrapreso con l’obiettivo di rafforzare il nostro posizionamento e imporci a livello internazionale quale Space Factory di riferimento, dotata internamente di tutti gli strumenti necessari a rispondere in modo efficace alle richieste della New Space Economy. I proventi dell’Ipo saranno destinati a nuovi importanti investimenti per incrementare la capacità produttiva, rafforzare il nostro impegno nella ricerca e nell’innovazione, e per supportare il marketing e la nostra strategia di crescita, sia organica che per linee esterne. Portiamo avanti questa missione forti della fiducia ricevuta dagli investitori, che hanno accolto con entusiasmo la nostra visione strategica, e di questo siamo molto contenti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*