Orsero, permangono incertezze sull’outlook. L’analisi di Market Insight

Orsero chiude il 2019 con ricavi in aumento del 5,6% a 1 miliardo, ma l’Ebit cade del 26,2% a 8,4 milioni ed ancora più forte è la contrazione dell’utile: -71,7% a 2,3 milioni. Crollo recuperato nel primo trimestre 2020: il saldo netto ritorna positivo per 1,8 milioni, mentre i ricavi crescono del 7,9% a 241 milioni e l’Ebit è più che raddoppiato a 2,5 milioni anche se i margini restano decisamente risicati e nell’ordine dell’1 per cento. La visibilità si conferma poi decisamente contenuta ed il management si esprimerà solo dopo i conti del primo semestre a causa delle incertezze sulla ripresa e dei timori per il prossimo futuro, mentre il titolo in Borsa tratta sui minimi. Ecco di seguito l’analisi fondamentale sul titolo di Market Insight.

        1. MODELLO DI BUSINESS
        2. ULTIMI AVVENIMENTI 
        3. CONTO ECONOMICO
        4. BREAKDOWN RICAVI
        5. STATO PATRIMONIALE
        6. RATIOS
        7. STRATEGIA
        8. OUTLOOK
        9. BORSA

Modello di business

Orsero è un operatore di riferimento nei seguenti settori:

  • distribuzione dei prodotti ortofrutticoli freschi provenienti da gran parte dei Paesi del mondo, in ogni periodo dell’anno nell’Europa Mediterranea (Italia, Francia, penisola iberica e Grecia) a cui si aggiunge, in Messico, la produzione ed esportazione di avocados;
  • importazione e commercializzazione di banane ed ananas (Import): il Gruppo si approvvigiona di tali prodotti grazie a relazioni di lungo periodo instaurate con produttori basati nei Paesi del centroamerica e, per quanto concerne una parte delle banane, in Africa. Le banane e gli ananas sono commercializzati sotto i marchi “F.lli Orsero” e “Simba”, oltre a numerose private label;
  • Il trasporto marittimo (Shippimg) delle banane e ananas di produzione centro-americana che viene svolto principalmente con navi di proprietà.

Le attività svolte consistono nel:

  • approvvigionamento (sourcing e import) dei prodotti ortofrutticoli freschi effettuato durante tutto l’anno in circa 80 Paesi del mondo, attraverso un’ampia rete di fornitori;
  • controllo qualità in linea con gli standard richiesti dalla GDO e dai grossisti tradizionali, a cui gli stessi prodotti sono destinati;
  • stoccaggio, maturazione e lavorazione all’interno dei siti distributivi, a temperature diverse in base alle caratteristiche e alle esigenze dei diversi prodotti;
  • distribuzione: l’ultima fase della catena del valore consiste nella commercializzazione dei prodotti svolta dalla business unit Distribuzione, che cura e gestisce i rapporti con i clienti finali, costituiti dalla GDO e dai grossisti tradizionali del Sud Europa

A partire dal 1° gennaio 2020 l’attività di importazione di banane ed ananas, fino all’anno scorso compresa nel settore Import & Shipping, è stata inclusa all’interno del settore “Distribuzione”, in quanto ormai quasi interamente svolta nei confronti delle società del Gruppo. A seguito di tale modifica il settore “Distribuzione” ha cambiato denominazione in Import & Distribuzione mentre il settore “Import & Shipping” ha cambiato denominazione in Shipping in quanto comprensivo delle sole attività di trasporto marittimo. La reportistica periodica a partire dal primo trimestre 2020 risulta così strutturata, con ovvio adattamento dei dati 2019 per consentirne il raffronto coerente.

Vi è infine una terza reporting line, residuale, denominato Servizi, che comprende la capogruppo Orsero e alcune società operative minori che prestano prevalentemente i servizi ICT, HR e di agenzia marittimo/doganale nei confronti delle altre società del gruppo.

Clicca qui per continuare a leggere l’analisi su Orsero di Market Insight.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*