Portafoglio Italia, le performance arrivano a sfiorare il +40%

L’indice Ftse Mib è tornato sui livelli di fine luglio. Un movimento che si riflesso in maniera positiva  anche sulle performance dei nostri Portafogli Italia 2019, costruiti con le metodologie di Michael O’Higgins (che includono invece i dividendi). Con risultati che si spingono oltre il +30% da inizio anno. Nel dettaglio, da inizio anno, ora il paniere dei “10 dogs” segna un rialzo del +38,74%, quello dei “5 dogs” +33,74%, mentre l’ultimo, il Portafoglio PPP (costituito da un solo titolo, che quest’anno è Unipolsai) segna ora un +29,84%. Tutti e tre nello stesso periodo di riferimento battono quindi il benchmark, cioè il Ftse Mib, “fermo” a poco più del 20,94 per cento.

La tabella qui sopra con i dati aggiornati alle ore 10.45 del 13 settembre 2019, riporta date e importi dei dividendi (mentre la prima colonna indica quale era stata la cedola lo scorso anno). Mediobanca staccherà il dividendo a novembre.

I dieci titoli del Portafoglio Italia 2019 – in ordine crescente di prezzo – sono: Intesa Sanpaolo, Unipolsai Unipol, Snam, Poste Italiane, Mediobanca, AzimutEni, Generali e Banca Generali.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*