Primi segnali di recupero per il Fib

fib logo

La formazione di un doppio minimo in area 20.130/20.140 punti ha favorito un recupero del Fib, il future sull’indice Ftse Mib con scadenza giugno 2019, tornato oggi a oltrepassare a quota 20.500 la resistenza statica di breve termine. Perchè però si possa assistere allo sviluppo di un credibile e duraturo uptrend sono indispensabili ulteriori conferme.

I prossimi target tecnici del Fib

A cominciare dall’incrocio al rialzo della media mobile calcolata a 50 sedute al momento passante per 20.845 punti, ostacolo al di sopra del quale il derivato avrebbe poi la strada spianata per tornare in prima battuta in zona 21.000/21.050, dove attualmente passano rispettivamente resistenza statica di breve termine e la media mobile a 21 giorni, e poi a quota 21.250, dove era stato aperto un gap ribassista.

Per contro, l’eventuale cedimento di 20.350 (minimo intraday di oggi) spingerebbe il future prima in zona 20.130 e poi al di sotto della soglia dei 20.000 punti.       G.R.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*