Quadrans, blockchain open source avvia il countdown per l’inizio dell’operatività

Blockchain

La Fondazione Quadrans, nata nel 2018 e basata a Mendrisio, in Svizzera, ha annunciato l’avvio del count-down ufficiale che segna la distanza temporale dalla messa in opera ufficiale della piattaforma blockchain Quadrans, che verrà ufficialmente resa disponibile a partire dal 1° aprile 2019.

La Fondazione Quadrans raggruppa al suo interno influenti personalità legate al mondo accademico ed economico della tecnologia blockchain. Tali personalità hanno unito le loro competenze con lo scopo di condurre attività di ricerca e sviluppo, promozione, educazione e supporto della tecnologia blockchain, in particolare dell’omonima blockchain Quadrans.

La piattaforma Quadrans è una blockchain open source, pubblica e decentralizzata, su cui è possibile eseguire operazioni di smart-contract. Quadrans permetterà di integrare e condividere dati di natura eterogenea e in sinergia con qualsiasi soggetto pubblico o privato.  L’infrastruttura di Quadrans è aperta a chiunque desideri integrare flussi di dati e operatività su blockchain a ogni livello.

Le parole chiave di Quadrans sono blockchaincybersecurity e trasparenza. Insieme, esse costituiscono le fondamenta di un nuovo modello infrastrutturale basato su un equo utilizzo delle risorse anche all’interno della piattaforma stessa.

Un’implementazione preliminare delle principali funzionalità della blockchain di Quadrans è stata realizzata sotto il marchio Foodchain, per condurre attività di tracciabilità e garanzia delle informazioni nella filiera agroalimentare. Foodchain SpA, dopo anni di ricerca e sviluppo, ha deciso di donare questa tecnologia blockchain alla Fondazione di diritto svizzero Quadrans, con il preciso scopo di garantirne indipendenza e trasparenza, organicamente con la propria missione.

“La missione della Fondazione Quadrans è sviluppare e promuovere l’omonima piattaforma Quadrans come strumento di business, comunicazione e governance affidabile ed efficiente – afferma Marco Vitale, Co-fondatore della Fondazione Quadrans –  “Essa sosterrà la ricerca, l’istruzione e la promozione di protocolli e strumenti decentralizzati che consentano di sviluppare le nuove applicazioni e permetterà a chiunque di contribuire alla creazione di una rete pubblica inclusiva, accessibile e sicura, avvalendosi di un team di esperti da tutto il mondo. Grazie a donazioni, sostenute da organizzazioni pubbliche o private che condividano il raggiungimento degli obiettivi della Fondazione, verrà promossa l’adozione della piattaforma. Inoltre, in quanto organizzazione non-profit, le risorse e i fondi saranno utilizzati sia per sostenere la crescita del progetto sia le attività relative allo stesso”.

Grazie all’esperienza acquisita nei casi d’uso e in collaborazione con istituzioni e partner accademici di tutto il mondo, la Fondazione Quadrans contribuirà allo sviluppo della tecnologia blockchian permissionless, sorpassando le attuali “Distributed Ledger Technology” (DLT) disponibili, che non dispongono delle garanzie di cui la blockchain Quadrans (aperta, pubblica e decentrata) è portatrice.

 Dall’origine dell’idea fino a oggi, la visione non è cambiata: Quadrans vuole essere parte della trasformazione digitale, rendendo disponibile una piattaforma pubblica e distribuita, in grado di fornire uno strumento di comunicazione trasparente, efficiente e affidabile.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*