Raccomandazioni di Borsa, i Buy di oggi da Enel a Telecom Italia

BUY

Raccomandazioni di Borsa: Banca Akros

Per gli analisti di Banca Akros valgono un Buy: Maire Tecnimont con target price di 5,20 euro in scia a un nuovo investimento in un impianto per il riciclaggio della plastica, Leonardo con fair value di 13,25 euro (firmato un memorandum d’intesa con Abu Dhabi Ship Building per creare un combat-management system per la marina militare degli Emirati Arabi Uniti) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,77 euro in vista dei risultati dello scorso anno e della presentazione del nuovo piano stratergico di Tim Brasil in calendario domani.

Sempre per Banca Akros valgono inoltre un Accumulate:Banca Ifis con fair value di 19,90 euro, tagliato però dai precedenti 22 euro dopo la pubblicazione dei risultati preliminari dell’esercizio 2018, Fincantieri con target di 1,65 euro (l’asta per la rumena Costanza ripartirà presto) e Tenaris con obiettivo di 17 euro in vista dei risultati dello scorso anno in calendario domani.

Raccomandazioni di Borsa: Banca Imi

Ancora, a Banca Imi gli analisti sono Buy su Snam  (target price a 4.6 euro) dopo i risultati 2018 e la guidance 2019, su Esprinet  (target a 6 euro) dopo i dati 2018 e le attese di focalizzazione su busness a più alta redditività, Wiit (target a 62.1 euro) dopo i risultati 2018, Snam (target a 4.6 euro) in attesa dei dati schedulati per oggi. Add su Ima (target a 80 euro e a 71 euro per Equita) dopo i dati preliminari 2018, Ubi Banca (target a 3.9 euro).

Raccomandazioni di Borsa: Mediobanca

Infine, Mediobanca assegna un Outperform a: Mondadori  (target a 2.24 euro) dopo l’operazione di dismissione in Francia, Atlantia (target a 25.2 euro) che sta concorrento per privatizzazioni di aeroporti in India, Cnh Industrial (target a 13 euro) che tratta a sconto rispetto a Deere, Enel (target a 5.70 euro), Iren (target a 2.80 euro) dopo l’approvazione del nuovo patto tra azionisti, Leonardo (target a 12 euro) che farà nuovi investimenti in produttività, Saras (target a 2.15 euro) che potrebbe beneficiare dimargini di raffinazione in crescita, Telecom Italia (target a 0.76 euro) con la stampa che punta a integrazioni con Open Fiber.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*