Raccomandazioni di Borsa: i Buy degli analisti da A2a a Telecom Italia

BUY

Fidentiis giudica buy:

A2a con target price di 1,40-1,60 euro (la società è aperta ad acquisizioni nel settore idrico e allo sviluppo di questo business anche al sud, secondo quanto riferito dall’AD Renato Mazzoncini in un’intervista alla stampa), Intesa SanPaolo con prezzo obiettivo di 2,00-2,20 euro (aumentato il corrispettivo dell’Ops su Ubi Banca, aggiungendo 0,57 euro in cash per ogni azioni portata in adesione a quanto già offerto in azioni, ovvero 1,7 titoli Intesa per ogni azione Ubi), Leonardo con fair value di 8,00-8,50 euro (trimestrale in calendario il 30 luglio), Piaggio con obiettivo di 2,60-2,80 euro (risultati trimestrali il 27 luglio) e Telecom Italia con target di 0,95-1,00 euro (Tim Brazil ha presentato un’offerta vincolante per OI).

Banca Imi assegna un buy a:

Eni con obiettivo di 11,20 euro in scia ai target del nuovo piano industriale al 2023 e Telecom Italia con target di 0,62 euro.

Mediobanca valuta outperform:

Astm con prezzo obiettivo di 26,70 euro (Ecorodovias ha annunciato che l’autorità dei trasporti di San Paolo, Artesp, ha revocato la sua precedente decisione riconoscendo un di 1,6 miliardi di reais a favore di Ecovie a causa del ricalcolo degli importi di ammortamento degli investimenti), Enel con target price di 8,60 euro (possibile decisione di non vendere le attività in Romania), Nexi con obiettivo di 17 euro in scia alla crescita dei pagamenti digitali dopo il lockdown, Rai Way con fair value di 7,02 euro (trimestrale in calendario il 30 luglio), Recordati con obiettivo di 53,50 euro in scia al lancio del farmaco Isturisa in Germania e Telecom Italia con target di 0,68 euro (secondo la stampa il fondo Usa KKR presenterà un’offerta vincolante per rilevare la rete secondaria di Telecom entro la fine del mese).

Ubs assegna un buy a:

Banca Mediolanum con fair value di 8,40 euro in scia all’incremento della raccolta, alzato dai precedenti 7 euro e FinecoBank con prezzo obiettivo di 14,10 euro, migliorato dai precedenti 11,95 euro.

Deutsche Bank giudica buy:

Nexi con target price di 18 euro, alzato dai precedenti 17 euro e Snam con prezzo obiettivo di 4,90 euro (gli analisti apprezzano l’ingresso nel Golfo Persico dopo l’acquisto del 49% di Adnoc).

Equita assegna un buy a:

Banca Ifis con fair value di 12,30 euro (entra nel mercato del risparmio tedesco grazie a un accordo di partnership con Raisin), Enel con target di 8,10 euro, Eni con obiettivo di 11 euro (in vista della trimestrale in calendario il 30 luglio) e FinecoBank con fair value di 13,60 euro in scia ai dati sulla raccolta a giugno.

Commerzbank valuta buy:

Generali con fair value di 16,50 euro (“Sono sicuro che l’assemblea di fine mese approverà la trasformazione in spa, in caso contrario il tema tornerà comunque sul tavolo” ha affermato il direttore generale di Cattolica Ass, Carlo Ferraresi).

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*