Raccomandazioni di Borsa: i Buy di oggi da A2a a Webuild

BUY

Fidentiis assegna un buy a:

Buzzi Unicem con target price di 24-25 euro (trimestrale in calendario il 6 novembre), Fca con prezzo obiettivo di 14-15 euro (PSA ha venduto il 7% di Faurecia per circa 308 mln di euro), DoValue con target di 9-10 euro (trimestrale il 5 novembre), Leonardo con fair value di 7-8 euro (trimestrale il 5 novembre), Piaggio con obiettivo di 2,90-3,10 euro (oggi la trimestrale), Prysmian con target di 21,50-22,50 euro in scia alla trimestrale, Saras con fair value di 1,2-1,3 euro (trimestrale il 4 novembre) e Webuild con obiettivo di 1,5-1,6 euro (la Consob ha approvato il prospetto per la quotazione delle nuove azioni Astaldi).

Banca Akros giudica buy:

IndelB con fair value di 22,50 euro (oggi la trimestrale), Piaggio con target price di 3 euro e Prysmian con prezzo obiettivo di 30 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Banca Sistema con fair value di 2,10 euro (oggi la trimestrale), Recordati con target di 52 euro dopo la trimestrale difusa ieri e Snam con obiettivo di 5,30 euro (il 5 novembre i risultati del terzo trimestre).

Banca Finnat assegna un buy a:

Officina Stellare con fair value di 10,45 euro, alzato dai precedenti 9,30 euro (per il consuntivo 2020 l’istituto stima un valore della produzione sostanzialmente stabile ma con un margine operativo lordo in discesa annua del 20%, un risultato operativo netto in calo del 37% ed un utile in contrazione del 38%).

Equita valuta buy:

A2a con prezzo obiettivo di 1,68 euro (perfezionata integrazione con Aeb), Coima Res con target price di 7,80 euro (sottoscritta una linea Revolving Credit Facility da 10 mln di euro per rafforzare la struttura finanziaria aumentando la liquidità disponibile), doValue con fair value di 11 euro (accordo di servicing su portafoglio UTP in Italia da 0.5 mld di euro), Eni con obiettivo di 10 euro (trimestrale migliore delle stime e outlook 2020 confermato), Exor con fair value di 63,50 euro (PSA ha ceduo il 7% di Faurecia), Fca con target di 15,10 euro (trimestrale migliore del consensus), Mediobanca con obiettivo di 9 euro dopo che l’assemblea, con ampia maggioranza, ha votato a favore della lista del management per il rinnovo del Cda, Pirelli con fair value di 4,60 euro (nonostante la conferma della sentenza UE su Prysmian che obbliga Pirelli al pagamento di 33.6 mln di euro), Technogym con target di 9 euro, ridotto però del 2% dopo la trimestrale e in scia alle prospettive per i prossimi mesi e Telecom Italia con obiettivo di 0,47 euro (TIM potrebbe sostenere la ristrutturazione di Italtel).

Mediobanca assegna un outperform a:

Coima Res con fair value di 9 euro, Enel con prezzo obiettivo di 8,60 euro (le sinergie tra risorse energetiche e idroelettriche potrebbero aumentare la produzione elettrica italiana di 5,9 TWh all’anno), Esprinet con target price di 8,70 euro (acquistato il residuo 15% di Celly), Iren con fair value di 3 euro (secondo rumors stampa, parteciperà al progetto Res-Dhc per aumentare la quota di energie rinnovabili nel teleriscaldamento), Snam con target di 5 euro (trimestrale in calendario il 4 novembre) e Telecom Italia con obiettivo di 0,68 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*