Raccomandazioni di Borsa, i Buy di oggi da Astm a Leonardo

BUY

Banca Akros giudica buy:

Astm con target price di 26,00 euro a seguito della significativa ripresa del traffico nelle scorse settimane, Cir con fair value di 0,58 euro dopo i risultati del secondo trimestre e del primo semestre comunicati venerdì, Gpi con target di 11,00 euro dopo l’acquisizione del 29,7% di Bim Italia per 5,1 milioni di euro che porta il gruppo a detenere il 100% del capitale della società, Openjobmetis con prezzo obiettivo di 8,10 euro dopo che i risultati pubblicati veberdì hanno evidenziato che il taglio dei costi ha limitato l’impatto del Covid-19, Poste Italiane con fair value di 10,00 euro dopo che la trimestrale ha evidenziato un recupero delle performance a giugno, A2a con target price di 1,60 euro dopo la semestrale e la conferma della guidance, Azimut con fair value di 20 euro dopo i risultati dei primi sei mesi di quest’anno, CNH Industrial con target di 8,50 euro (semestrale migliore delle stime), Eni con con obiettivo di 11,50 euro nonostante i deboli risultai semestrali e il taglio del dividendo, Leonardo con fair value di 8,50 euro (semestrale migliore delle attese) e Telecom Italia (esaminerà nel prossimo Cda del 4 agosto l’offerta vincolante presentata dal fondo KKR Infrastructure per una quota di minoranza della rete secondaria).

Giudizio accumulate inoltre per: Banca Sistema con target di 2,10 euro dopo i risultati trimestrali migliori delle attese, Biesse con target price di 13,80 euro dopo che gli ordini nel primo semestre hanno evidenziato un impatto del Covid-19 inferiore alle attese, Ferrari con prezzo obiettivo di 170,00 euro in vista della pubblicazione della trimestrale attesa oggi, Fca con target di 10,00 euro dopo che la trimestrale ha evidenziato un Ebit superiore al consensus, Anima con obiettivo di 4,80 euro dopo i risultati del primo semestre, Azimut con target di 20 euro (semestrale migliore del consensus), DiaSorin con fair value di 192,50 euro (semestrale migliore delle stime), Il Sole 24 Ore con obiettivo di 0,64 euro dopo una trimestrale migliore delle attese, Inwit con fair value di 10,30 euro dopo la trimestrale, Italgas con obiettivo di 5,80 euro (il Decreto semplificazioni potrebbe includere alcune misure iniziali per accelerare le aste), Mediobanca con fair value di 8,50 euro in scia ai risultati dell’esercizio 2019/2020, Prysmian con target di 26 euro dopo i risultati del secondo trimestre, Rai Way con obiettivo di 6,30 euro (semestrale) e Recordati con fair value di 52 euro, alzato dai precedenti 45,60 dopo la semestrale.

Mediobanca valuta outperform:

Anima Holding con target price di 4,50 dopo i risultati del secondo trimestre, Coima Res con prezzo obiettivo di 9 euro in scia alla conferma della guidance per l’esercizio in corso, Enel con fair value di 8,60 euro (cambiamenti nel top management effettivi a partire dal 1° ottobre), Italgas con target di 6,20 euro, Leonardo con obiettivo di 9,50 euro dopo la semestrale, Nexi con target di 17 euro (risultati secondo trimestre in linea con il consensus), Poste Italiane con fair value di 11 euro, anche in questo caso in scia alla semestrale, Prysmian con target di 25,20 euro dopo la semestrale, Rai Way con obiettivo di 7,02 euro dopo i risultati del primo semestre, Recordati con fair value di 53,50 euro in scia alla semestrale, Snam con target di 5 euro (opportunità nel settore dell’idrogeno) e Telecom Italia con obiettivo di 0,68 euro.

JP Morgan assegna un outperform a:

Intesa SanPaolo con fair value di 2,30 euro.

Banca Imi giudica buy:

Erg con prezzo obiettivo di 26,40 euro grazie ai risultati positivi e superiori al consensus, Fca con target price di 10,70 euro dopo che il gruppo ha riportato perdite inferiori alle previsioni nel secondo trimestre, Leonardo con fair value di 9,00 euro dopo i risultati del secondo trimestre e la guidance 2020 posizionali al di sopra del consensus, Ascopiave con target di 4,10 euro sulle attese per i risultati che saranno pubblicati oggi, Illimity con prezzo obiettivo di 10,30 euro in vista della trimestrale che sarà diffusa martedì 4 agosto, Banca Sistema con target di 2,20 euro dopo la pubblicazione dei risultati superiori alle attese, Be con target price di 1,22 euro a seguito dei numeri della trimestrale, Zignago Vetro con fair value di 14,40 euro (il management ha comunicato che gli effetti della pandemia nel secondo semestre saranno più limitati rispetto alla prima metà dell’anno e alcune aree vedranno una crescita rispetto al secondo semestre 2019) e Coima Res con target di 10,50 euro a seguito delle prospettive positive comunicate dal management.

Giudizio add inoltre per: Banca Generali con target price di 27,50 euro dopo la trimestrale in linea con il consensus, Mediobanca con prezzo obiettivo di 8,30 euro dopo i solidi risultati trimestrali e la conferma degli obiettivi per il 2020/21, Ferrari con target di 160,60 euro (gli analisti si attendono una forte ripresa delle vendite nella seconda metà dell’anno), Poste Italiane con fair value di 9,00 euro (il gruppo ha mitigato gli effetti negativi del Covid-19 grazie alla diversificazione del business).

 

 

Iscriviti sui nostri canali podcast per restare aggiornato sulle ultime puntate

Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_apple_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_google_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spotify_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spreaker_icon.png Podcast by Finanza Operativa

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*