Raccomandazioni di Borsa, i buy di oggi da Banco Bpm a Unicredit

BUY

Fidentiis giudica buy:

Banco Bpm con prezzo obiettivo di 2,70/2,90 euro in scia ai risultati del terzo trimestre, Brembo con obiettivo di 11,50/12,50 euro in vista della trimestrale, Buzzi Unicem con target price di 24/25 euro in vista della trimestrale in calendario oggi, DoValue con target di 13/15 euro (oggi la trimestrale), Cnh Industrial con fair value di 13/14 euro dopo l’annuncio del lancio di un programma di buy-back da 700 mln di dollari, Enel con obiettivo di 5,80/6 euro (il gruppo è interessato all’utility greca Hedno), Italgas con target di 6,10/6,30 euro (oggi la trimestrale), Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,95/1 euro (oggi i risultati del terzo quarter) e Unicredit con target price di 19/20 euro dopo una trimestrale migliore delle stime.

Banca Imi assegna un buy a:

Avio con target price di 15,60 euro (oggi la trimestrale), Banco Bpm con prezzo obiettivo di 2,80 euro in scia ai risultati del terzo trimestre, Cnh Industrial con fair value però sotto revisione dopo la trimestrale, Coima Res con target di 10 euro (trimestrale in calendario l’8 novembre), Credito Emiliano con obiettivo di 5,90 euro (oggi la trimestrale), Enel con fair value di 6,70 euro, Fincantieri con obiettivo di 1,38 euro (oggi la trimestrale), Igd con target di 9,10 euro, anche in questo caso in vista dei risultati in calendario oggi, Iren con fair value di 3,40 euro (oggi la trimestrale), Mediobanca con target di 9,90 euro dopo che UniCredit ha venduto, attraverso una procedura di accelerated bookbuilding, l’intera partecipazione dell’8,4% in Mediobanca a un prezzo di 10,53 euro per azione, per un corrispettivo complessivo di 785 milioni, Telecom Italia con obiettivo di 0,62 euro, Unicredit con fair value di 14,30 euro e Unipol con target di 5,30 euro (trimestrale l’8 novembre).

Giudizio add inoltre per: Banca Ifis con obiettivo di 23 euro (oggi la trimestrale), Banca Mediolanum con target di 7,60 euro (oggi i risultati del terzo trimestre), Italgas con fair value di 6,50 euro (risultati trimestrali in calendario l’8 novembre), Leonardo con obiettivo di 12,80 euro (oggi la trimestrale), Poste Italiane con obiettivo di 10,30 euro dopo la trimestrale e Ubi Banca con fair value di 3,90 euro (triestrale l’8 novembre).

Equita giudica buy:

Banco Bpm con prezzo obiettivo di 2,80 euro, Cnh Industrial con fair value di 11,80 euro, Creval con target price di 0,08 euro (trimestrale migliore delle stime), Enel con obiettivo di 7 euro, Fca con target di 17,10 euro (dopo Moody`s anche S&P ha confermato il rating long-term a BB+), Illimity bank con obiettivo di 12,50 euro, Mediobanca con fair value di 11,20 euro, Sit con target di 10 euro dopo la trimestrale e Unicredit con fair value di 16,20 euro.

Hsbc valuta buy:

FinecoBank con target price di 12 euro dopo la diffusione dei risultati del terzo trimestre e Intesa San Paolo con fair value di 2,70 euro, anche in questo caso in scia ai dati trimestrali.

Kepler Cheuvreux assegna un buy a:

Intesa Sanpaolo con prezzo obiettivo di 2,65 euro e Snam con fair value di 5 euro in vista del nuovo piano strategico che sarà diffuso il prossimo 21 novembre.

Main First valuta outperform:

FinecoBank con obiettivo di 12,50 euro e Poste Italiane con target di 11,50 euro in scia alla trimestrale.

Bernstein giudica outperform:

Enel con target di 7,50 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno diffusi il prossimo 12 novembre.

JP Morgan assegna un overweight a:

Poste Italiane con obiettivo di 12,60 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*