Raccomandazioni di Borsa, i buy di oggi da Cir a Prysmian

BUY

Banca Akros valuta buy:

Cir con prezzo obiettivo di 1,55 euro, alzato dai precedenti 1,50 euro (annunciato che è stato firmato l’atto di l’incorporazione di Cir nella società madre Cofide), Digitouch con target price di 2,17 euro (Augusto Coppola nominato Chief Operating Officer) e Fca con fair value di 17,50 euro in scia ai dati sulle immatricolazioni in Italia a gennaio.

Giudizio accumulate inoltre per Ferrari con obiettivo di 190 euro in vista dei risultati preliminari dello scorso esercizio che sarennao diffusi oggi, Intesa Sanpaolo con target di 2,50 euro, anche in questo caso in vista dei risultati preliminari del 2019 e Mediaset con fair value di 3 euro (il tribunale di Milano ha rigettato la richiesta di sospensione cautelare presentata da Vivendi sull’operazione di riassetto della attività italiane e spagnole di Mediaset sotto la holding olandese MediaforEurope, aumentando le chances che il gruppo realizzi il progetto).

Banca Imi giudica buy:

Fca con con obiettivo di 16 euro, Guala Closures con target di 9,90 euro dopo il completamento dell’acquisizione di Closurelogic, LU-VE con fair value di 15,90 euro (price adjustments per l’acquisto di Al Air), Piaggio con obiettivo di 3,40 euro (+11% le vendite di scooter a gennaio in Italia), Prysmian con target di 23,20 euro in scia all’annuncio del lancio sul mercato di un nuovo tipo di cavo ad alta densità e Telecom Italia con fair value di 0,62 euro.

Equita assegna un buy a:

A2a ed Ascopiave con target price rispettivamente a 2 euro e 4,40 euro (il fondo Amber ha ceduto la propria quota in Ascopiave ed A2a è salita al 4% e Hera al 2.5%), Anima Holding con target di 5,10 euro (attesa una prosecuzione del trend positivo nel 2020, anche grazie al supporto dei Pir), Enel con prezzo obiettivo di 7,50 euro (benchè sia stato ridotto il peso nel portafoglio della Sim milanese), Eni con fair value di 16 euro in vista della trimestrale in calendario il prossimo 27 febbraio, Saipem con obiettivo di 5,40 euro (rimborso anticipato del prestito obbligazionario da 500 mln di euro) e Telecom Italia con fair value di 0,64 euro in scia al lancio dei una offerta commerciale (TIM Unica).

Mediobanca valuta outperform

Autogrill con prezzo obiettivo di 11,90 euro (la controllata Hms Host ha annunciato una nuova strategia di crescita per i caffè negli aereoporti negli Usa), CNH Industrial con target price di 12,60 euro in scia alla trimestrale di Caterpillar, De’ Longhi con fair value di 22 euro sebbene le fabbriche cinesi rimarranno chiuse fino al 10 febbraio (senza interruzioni nell’approvvigionamento), Enel con obiettivo di 7,50 euro (atraverso la sussidiaria Enel Green Power ha ottenuto 80 MW di capacità nella prima asta per le energie rinnovabili indetta dal Gestore Servizi Energetici), Piaggio con target di 3 euro in vista dell’abolizione della tassazione dei dividendi societari in India e UBI Banca con fair value di 3,30 euro (ha concesso un periodo di esclusività a Coima Res per strutturare una transazione immobiliare).

Deutsche Bank giudica buy:

Enel con prezzo obiettivo di 8,30 euro, Snam con target price di 5,50 euro (al via la nuova business unit dedicata all’idrogeno) e Terna con fair value di 6,80 euro (il gruppo italiano è al vertice del settore Electric Utilities, secondo il Sustainability Yearbook 2020 dell’agenzia internazionale di rating RobecoSam).

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*