Raccomandazioni di Borsa, i Buy di oggi da Fca a Unicredit

BUY

Banca Akros assegna un buy a:

DoValue con target price di 13,50 euro, ridotto però dai precedenti 13,90 euro dopo la presentazione del business plan, Fca con prezzo obiettivo di 17,50 euro dopo che Psa ha dichiarato l’intenzione di voler siglare un un memorandum d’intesa con Fca entro la fine di quest’anno e Unicredit con fair value di 13,80 euro (nel contesto del nuovo piano strategico piano, resta aperta la discussione con il partner Koç Group su una potenziale evoluzione dell’attuale joint venture in Turchia).

Giudizio inoltre accumulate per Mediaset con target di 3,40 euro (Vivendi discute la cessione dei due terzi della propria partecipazione del 29% in Mediaset a 2,77 euro per azione più un’ulteriore compensazione nell’ambito della trattative per la risoluzione della lunga disputa legale tra i due gruppi, riportano due fonti vicine alla situazione) e Prysmian con obiettivo di 23,50 euro dopo l’annuncio della presa in consegna del collegamento Western Link da parte del cliente, ovvero National Grid Electricity Transmission e ScottishPower Transmission.

Equita valuta buy:

Aquafil con fair value di 10 euro (accordo con Tarkett per la fornitura di materiale riciclato da destinare alla produzione di Econyl), Ascopiave con target di 4,50 euro in scia al via libera dall’Antitrust all’aquisto delle reti gas di Padova nell’ambito dell’accordo di cessione ad Hera, Exor con obiettivo di 83 euro, ridotto però del 7% dopo l’aggiornamento degli asset quotati, Fca con fair value di 17,10 euro, Iren con obiettivo di 3,15 euro dopo un roadshow degli analisti della Sim milanese con il management del gruppo e Telecom Italia con target di 0,64 euro (slittate a oggi le offerte dei fondi per la rete unica).

Banca Imi giudica buy:

Cellularline con fair value di 10,40 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi, Prysmian con prezzo obiettivo di 15,90 euro e Telecom Italia con target price di 0,62 euro.

Giudizio add inoltre per Snam con obiettivo di 5,10 euro in scia al nuovo piano industriale 2019-2023.

Fidentiis assegna un buy a:

Prysmian con target di 22/23 euro, Terna con fair value di 6/6,20 euro dopo che Arera ha pubblicato il secondo documento di consultazionesui criteri per la revisione intermedia del servizio di trasmissione dell’energia elettrica, Sirio con target di 17/18 euro (a dicembre verranno aperti due nuovi punti vendita) e Unicredit con obiettivo di 19/20 euro.

Mediobanca giudica outperform:

Atlantia con prezzo obiettivo di 25,40 euro (annunciati una serie di cambiamenti nel cda, Cementir con target price di 7,40 euro (in un’intervista l’ad del gruppo ha annunciato l’obiettivo di una crescita sostenibile a debito azzerato), Enel con fair value di 6,70 euro, Fincantieri con obiettivo di 1,30 euro (ottenuta un’approvazione dal vicepresidente degli Stati Uniti) e Prysmian con target di 22,50 euro.

Iscriviti sui nostri canali podcast per restare aggiornato sulle ultime puntate

Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_apple_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_google_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spotify_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spreaker_icon.png Podcast by Finanza Operativa

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*