Raccomandazioni di Borsa, i Buy odierni da A2a a Terna

BUY

Fidentiis giudica buy:

A2a con prezzo obiettivo di 1,80/1,90 euro in vista dei risultati trimestrali che saranno diffusi oggi, Cnh Industrial con target price di 13/14 euro in scia ai dati relativi alle vendite di ottobre di trattori agricoli negli Usa, Enel con fair value di 5,80/6,00 euro dopo la trimestrale pubblicata ieri, Hera con obiettivo di 3,20/3,40 euro (oggi la trimestrale), Moncler con target di 40/41 euro (Venezio Investimenti, holding controllata dal fondo sovrano di Singapore Temasek, ha esercitato il recesso sul 50% della partecipazione, pari al 22,685%, detenuta in Ruffini Partecipazioni, in cui Remo Ruffini controlla il restante 77,315%), Prysmian con fair value di 22/23 euro dopo la trimestrale, Saras con target di 1,80/1,90 euro in scia all’andamento del benchmark relativo ai margini di raffinazione, Sirio con obiettivo di 17/18 euro (apertura del secondo punto vendita di Cioccolatitaliani) Snam con obiettivo di 4,30/4,50 euro (il 14 novembre i risultati del terzo quarter), Telecom Italia con fair value di 0,95/1,00 euro (secondo indiscrezioni stampa la nuova società per la rete unica che metterebbe insieme gli asset di Tim e Open Fiber potrebbe essere separata in due newco per evitare problemi antitrust) e Terna con obiettivo di 6/6,20 euro (trimestrale in calendario oggi).

Banca Akros valuta buy:

A2a con target di 1,80 euro, Arnoldo Mondadori Editore con obiettivo di 2,05 euro (nel pomeriggio di oggi la trimestrale), Fila con fair value di 17,30 euro (oggi la trimestrale), Moncler con obiettivo di 41,50 euro, Openjobmetis con obiettivo di 11 euro dopo i risultati del terzo trimestre e Prysmian con target di 23,50 euro.

Giudizio inoltre accumulate per: Acea con obiettivo di 19 euro, Enel con obiettivo di 7,40 euro, alzato dai precedenti 7,20 euro, Hera con obiettivo di 3,80 euro e Mediaset con fair value di 3,40 euro.

Equita assegna un buy a:

Ascopiave con prezzo obiettivo di 4,50 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi in linea con le stime, Bper Banca con target price di 5,10 euro (in un’intervista il ceo Vandelli ha dichiarato che nel 2020 è “ragionevole attendersi un’intensificazione dei contatti per le aggregazioni”), Leonardo con obiettivo di 12,50 euro (il presidente Massolo ha dichiarato che il deal con Chantiers de l’Atlantique è fondamentale per garantire la competitività dell’industria cantieristica europea nel mondo) e Saipem con target di 5,40 euro (siglato accordo di cooperazione strategica con Daewoo E&C per progetti onshore).

Banca Imi valuta buy:

Aeffe con target price di 2,50 euro (oggi la trimestrale), Anima Holding con prezzo obiettivo di 5 euro, alzato dai precedenti 4,50 euro dopo la trimestrale, Banca Sistema con target price di 2,50 euro in scia a un’inervista rilasciata a Bloomberg dal ceo Garbi, Enel con fair value di 6,70 euro, Erg con obiettivo di 21,20 euro (il 14 novembre la trimestrale), Guala Closures con target di 9,90 euro (oggi la trimestrale), Hera con obiettivo di 4,40 euro, Igd con fair value di 9,10 euro (nuova emissione di un bond non convertibile da 500 mln di euro prevista a fine gennaio del prossimo anno), illimity con target di 12,20 euro dopo la trimestrale, Maire Tecnimont con obiettivo di 4,90 euro con Holding di Investimento in Sanità e Infrastrutture ha firmato l’accordo relativo alla vendita di MGR Verduno 2005, Mediobanca con fair value di 9,90 euro in scia al nuovo business plan diffuso ieri, Prysmian con obiettivo di 23,20 euro, Saipem con fair value di 5,90 euro, Wiit con obiettivo di 74,10 euro dopo la trimestrale, Telecom Italia con obiettivo di 0,62 euro e Zignago Vetro con target di 14,30 euro dopo la trimestrale.

Giudizio add inoltre per Acea con obiettivo di 20,20 euro (oggi la trimestrale), Ascopiave con target di 4,50 euro dopo i risultati dei primi nove mesi dell’esercvizio in corso, Nexi con fair value di 11 euro in scia alla trimestrale e Snam con target di 4,90 euro.

Banca Akros giudica buy:

Gpi con prezzo obiettivo di 12,60 euro (nuovo contratto da 27,5 mln di euro nel settore della salute), Saipem con target price di 6,40 euro.

Giudizio accumulate inoltre per Mediaset con fair value di 3,40 euro (il gruppo è salito al 15,10% di ProSiebenSat).

Mediobanca valuta outperform:

Atlantia con target di 25,40 euro (raggiunto un accordo per le concessioni autostradali in Cile per eliminare dal 2020 il riaggiustamento tariffario sui pedaggi del 3,5%), Banca Generali con obiettivo di 30,50 euro in scia alla raccolta di ottobre, Cellularline con fair value di 9,60 euro dopo la trimestrale, Enel con target di 6,70 euro (secondo indiscrezioni stampa Enel X avrebbe acquisito il 55% di Paytipper), Fincantieri con fair value di 1,70 euro (possible posti di lavoro a rischio se l’acquisizione di Stx dovesse essere stoppata), Leonardo con target di 14 euro (investimento nei droni alimentati a energia solare), Mondadori con obiettivo di 2,24 euro (Treasury shares oltre l’1,010% del capitale), Telecom Italia con fair value di 0,76 euro e Tinexta con target di 14,50 euro (trimestrale in calendario il 14 novembre).

Berenberger assegna un buy a:

Anima Holding con prezzo obiettivo di 4,80 euro.

Goldman Sachs giudica buy:

Leonardo con target price di 14,10 euro.

Ubi Banca valuta buy:

Grifal con fair value di 4,67 euro e Sit con prezzo obiettivo di 10,43 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*