Raccomandazioni di Borsa: i buy odierni da Astm a Telecom Italia

BUY

Banca Akros giudica buy:

Astm con prezzo obiettivo di 34,50 euro in vista delle opportunità in Italia e in Brasile dopo la fusione con Sias.

Giudizio inoltre accumulate per Ferrari con target price di 190 euro dopo la diffusione dei risultati del qualrto trimestre dell’esercizio 2019, Intesa SanPaolo con fair value di 2,50 euro in scia alla trimestrale e Salini Impregilo con obiettivo di 2,20 euro (portafoglio ordini a fine 2019 pari a 6,5 mld di euro).

Fidentiis valuta buy:

Fca con target di 20/22 euro in scia ai dati sulle immatricolazioni a gennaio, Ferrari con fair value però sotto revisione, Intesa SanPaolo con obiettivo di 2,50/2,70 euro e Telecom Italia con target di 0,95/1,00 euro (nominato Federico Rigoni Chief Revenue Officer a diretto riporto dell’ad Luigi Gubitosi. Rigoni prende il posto di Lorenzo Forina che lascia il gruppo nell’ambito di una più ampia riorganizzazione della struttura commerciale).

Banca Imi giudica buy:

D’Amico International Shipping con fair value di 0,15 euro (il titolo tratta, secondo gli analisti dell’istituto con uno sconto di circa il 45% rispetto al Nav del terzo trimestre dell’esercizio 2019, Eni con target di 18,60 euro (siglato un memorandum of understanding con Tatweer Petroleum) e Telecom Italia con obiettivo di 0,62 euro.

Giudizio add inoltre per Pirelli & C. con target price di 6,30 euro dopo i dati del tyre market watch di dicembre.

Equita assegna un buy a:

A2a ed Ascopiave con target price rispettivamente di 2 euro e 4,40 euro (la partita per il possibile controllo di Ascopiave si inasprisce, con il sindaco del comune di Spresiano, uno dei dieci comuni dissidenti da Asco Holding che hanno esercitato il diritto di recesso e chiesto la conversione in azioni Ascopiave, che avrebbe dichiarato la possibilità di cedere le quote ad A2a), Fca con prezzo obiettivo di 17,10 euro, Enel con fair value di 7,50 euro (secondo quanto riportato da QE, Enel avrebbe raggiunto il record mondiale di efficienza delle celle solari raggiungendo il 24.63%) e Telecom Italia con target di 0,64 euro.

Mediobanca valuta outperform:

Acea con prezzo obiettivo di 19,50 euro (la sussidiaria Ecogena e Ance Roma avrebbero siglato un accordo per studiare le opportunità nel settore dell’efficienza energetica negli edifici della capitale), Autogrill con target price di 11,90 euro (il 6 febbraio saranno diffusi i risultati preliminari del 2019), De’ Longhi con fair value di 22 euro (acquisizione di un nuovo impianto in Romania), Enel con obiettivo di 7,50 euro (efficienza al top in termini di conversione energetica da parte dei pannelli solari di Enel Green Power), Nexi con fair value di 13,80 euro in scia ai rumors su una possibile fusione con Sia, Piaggio con obiettivo di 3 euro dopo i dati sulle vendite di moto e scooter in Italia a gennaio, Prysmian con target di 22,50 euro (BNetzA ha finalizzato il percorso per la prima sezione del SuedLink) e Telecom Italia con obiettivo di 0,79 euro (possibile rimescolamento del management del gruppo).

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*