Raccomandazioni di Borsa: i Buy odierni degli analisti Anima a Telecom

BUY

Fidentiis assegna un buy a:

Fca con target price di 14-15 euro (il 4 gennaio si terranno le assemblee di Fca e Psa per l’approvazione della fusione volta a creare il nuovo gruppo Stellantis).

Banca Akros giudica buy:

Fca con prezzo obiettivo di 15 euro, Gpi con fair value di 11 euro (nuovo contratto da 1,5 mln di euro con San Donato Group), IndelB con target price di 28 euro, alzato dai precedenti 22,50 euro (decisa ripresa delle vendite di camion in Usa e in Europa a ottobre), Leonardo con obiettivo di 6,50 euro (Profumo ha detto ieri di non aver visto il Governo italiano o UK iniettare capitale nel settore aerospaziale), Saipem con obiettivo di 3,50 euro (ha firmato con Saudi Aramco un accordo quadro della durata di 12 anni), Salcef con fair value di 13,80 euro oggi la trimestrale e Telecom Italia con obiettivo di 0,56 euro (accordo con Eutelsat per portare l’accesso a Internet anche nelle aree ora non coperte).

Giudizio accumulate inoltre per Atlantia con target di 17 euro dopo la pubblicazione dei dati sul traffico autostradale, Net Insurance con obiettivo di 5,50 euro (annunciato l’inizio della distribuzione dei prodotti digitali non dedicati al settore auto attraverso la la rete di BP Sant’Angelo) e Snam con fair value di 5,30 euro (rumors sul possibile acquisto di una quota del 33% della società elettrochimica De Nora da Blackstone).

Intesa SanPaolo assegna un buy a:

Anima Holding con target di 4,60 euro (outlook sul trend del business ancora positivo per il segmento istitutuzionale), Banca Mediolanum con obiettivo di 8,40 euro (raccolta netta da inizio anno più che raddoppiata), Cellularline con fair value di 7,60 euro, ridotto però dai precedenti 9,40 euro in vista dell’impatto Covid per il trimestre in corso e nonostante la resilienza, Exor con target di 59,90 euro in scia alla trimestrale di Partner Re, Fca con obiettivo di 15,30 euro, Mediobanca con fair value di 9,30 euro dopo la trimestrale e Telecom Italia con obiettivo di 0,54 euro.

Giudizio inoltre add per A2a con target di 1,57 euro (il 20 gennaio sarà presentato il nuovo business plan decennale) e Generali con obiettivo di 15,80 euro dopo l’investor day della compagnia.

Mediobanca valuta outperform:

Acea con prezzo obiettivo di 23,50 euro (consolidato pienamente il business idrico a Terni), Cnh Industrial con fair value di 10,60 euro (Scott Wine nuovo ad del gruppo), Enav con target price di 5,20 euro dopo la trimestrale, Esprinet con obiettivo di 9,70 euro (al via Cloud Marketplace, piattaforma proprietaria integrata nel sito B2B.esprinet.com), Garofalo Health Care con target di 6,20 euro dopo la trimestrale, Inwit con fair value di 13,40 euro (Vantage Towers ha tenuto una presentazione in cui per la prima volta l’azienda ha evidenziato la strategia, i dati finanziari e le linee guida in vista dell’IPO a Francoforte prevista per l’inizio del 2021), Iren con target di 3 euro (completata l’acquisizione della divisione amiente di Unieco), Prysmian con obiettivo di 25,20 euro (siglato un accordo come preferred bidder del valore di oltre 200 mln di euro con RWE Renewables Sofia Offshore Wind Farm), Salcef con fair value di 13,30 euro dopo la trimestrale, SeSa con target di 85 euro (sottoscritto un contratto vincolante per l’acquisizione tramite Var Group di Pragma Progetti e Pragma Solution), Sicit con obiettivo di 14 euro (player di primaria importanza nell’economia circolare), Somec con target di 18 euro ridotto però dai precedenti 20 euro (nuovi ordini confermati con prenotazione prevista in recupero nel 2021-22), Telecom Italia con obiettivo di 0,63 euro (secondo rumors starebbe trattando per l’acquisto di una quota del 10% di Satispay) e Tinexta con target di 24 euro (Quaestio Capital Management ha annunciato l’intenzione di collocare fino a un massimo di 4,6 mln di azioni Tinexta attraverso una procedura accelerata di bookbuilding).

IrTop Research assegna a Caleffi un target price di 2,31 euro, alzato dai precedenti 2,02 euro in scia ai risultati dei primi nove mesi dell’esercizio in corso e al miglioramento della guidance.

Bank of America Merrill Lynch valuta buy:

Ferrari con prezzo obiettivo di 227 euro (trimestrale).

Ubs giudica buy:

Poste Italiane con target price di 10,80 euro dopo l’acquisizione di Nexive.

Iscriviti sui nostri canali podcast per restare aggiornato sulle ultime puntate

Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_apple_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_google_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spotify_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spreaker_icon.png Podcast by Finanza Operativa

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*