Raccomandazioni: I Buy di oggi degli analisti da A2a a Telecom

BUY

Banca Akros giudica buy:

A2a con prezzo obiettivo di 1,60 euro (in scia a un meeting degli analisti dell’istituto con il nuovo ceo Mazzoncini), Avio con target price di 18 euro (Leonardo aumentata al 29,6% la propria partecipazione), Enel con fair value di 8,50 euro (il fondo infrastrutturale australiano Macquarie ha presentato a Enel un’offerta per il suo 50% in Open Fiber), Leonardo con target di 8,5 euro (aumentata al 29,6% la quota in Avio), Saipem con obiettivo di 3,70 euro, ridotto però dai precedenti 4,50 euro (principalmente a causa della cancellazione della guidance) e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 0,60 euro (il fondo infrastrutturale australiano Macquarie ha presentato a Enel un’offerta per il suo 50% in Open Fiber e secondo rumors stampa, l’ipotesi cui si lavora è che Tim avrà la maggioranza della società unica della rete mentre a Cdp verrebbe riservato un ruolo di garanzia nella governance, a favore degli operatori che utilizzeranno la rete in concorrenza).

Banca Imi assegna un buy a:

Avio con fair value di 16,20 euro, Leonardo con target di 9 euro e Telecom Italia con obiettivo di 0,62 euro.

Giudizio add inoltre per Generali con target di 15,60 euro (l’ad Donnet ha presentato un progetto promosso dalle compagnie assicurative europee per la creazione di un fondo di emergenza per il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis).

Fidentiis valuta buy:

Leonardo con target price di 8-8,5 euro, Saras con fair value di 1,20-1,30 euro in scia all’andamento del benchmark relativo al margine di raffinazione e Telecom Italia con prezzo obiettivo di 01,95-1,00 euro.

Mediobanca giudica outperform:

Hera con prezzo obiettivo di 4 euro (il termine ultimo per la proposta di partnership ad Agsm e Aim è stato rinviato al 19 giugno), Snam con target price di 4,80 euro (potrebbe investire 40 mln di euro a Taranto in progetti per la transizione energetica e la riduzione delle emissioni) e Telecom Italia con fair value di 0,68 euro (il presidente di Open Fiber, Franco Bassanini ha espresso stupore per le dichiarazioni del presidente di Tim, Salvatore Rossi, secondo cui l’Italia è l’unico Paese al mondo a non avere una rete fisica unica ma ad averne una mezza, e ha replicato dicendo che il modello di rete unica deve essere solo wholesale e non verticalmente integrato).

Main First valuta buy:

Italgas con obiettivo di 6 euro (la società ha sottoposto al Governo diverse proposte per accelerare le gare relative alla distribuzione di gas in Italia).

Banca Akros giudica accumulate:

Italgas con obiettivo di 6 euro.

Iscriviti sui nostri canali podcast per restare aggiornato sulle ultime puntate

Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_apple_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_google_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spotify_icon.png Podcast by Finanza Operativa Https://www.finanzaoperativa.com/wp-content/themes/finanzaoperativa/img/icons/podcast_spreaker_icon.png Podcast by Finanza Operativa

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*