Retelit conferma gli obiettivi strategici e le operazioni straordinarie. L’analisi di Market Insight

Nell’ambito della crisi senza precedenti che ha investito l’economia globale insieme alla pandemia di Covid-19, Retelit è tra le poche società italiane ad aver chiuso il trimestre con risultati in netto miglioramento, grazie ad un solido sviluppo organico e al contributo della neoacquisita Gruppo PA. In vista della ripresa, il Gruppo si candida come partner ideale delle imprese che vorranno investire nell’innovazione, grazie ad un’offerta completa che copre l’intera catena del valore dei servizi ICT e della digitalizzazione. La capacità di rispettare i target fissati, confermati a maggio, potrà dare un’ulteriore spinta anche al titolo, che già viaggia sui livelli pre-Covid-19 nonostante un parziale sconto intrinseco determinato dall’esercizio del golden power sulla società. Ecco di seguito l’analisi fondamentale sul titolo di Market Insight.

        1. Un trimestre di forte crescita nonostante lo scoppio dell’emergenza coronavirus
        2. L’integrazione di Gruppo PA
        3. A breve il closing per l’acquisto di Brennercom
        4. Investire in progetti innovativi per sostenere la ripresa
        5. I temi della Virtual Star Conference 2020
        6. L’interesse da parte degli investitori istituzionali
        7. Il titolo è positivo da inizio anno ma c’è ulteriore margine di crescita
        8. Il flottante e l’eventuale ingresso di nuovi fondi

Un trimestre di forte crescita nonostante lo scoppio dell’emergenza coronavirus

“Nonostante la situazione eccezionale che stiamo vivendo dovuta al Coronavirus, Retelit ha chiuso il primo trimestre del 2020 con risultati in crescita e in linea con le nostre aspettative”.

È soddisfatto Dario Pardi, Presidente del player che realizza progetti tailor made per la trasformazione digitale, nel commentare i conti del periodo gennaio-marzo. Tre mesi chiusi con ricavi e proventi operativi per 34,2 milioni, più che raddoppiati rispetto al primo trimestre 2019, e un Ebitda in crescita di oltre il 50% a 10,1 milioni.

“Eravamo già strutturati per il telelavoro da un anno e mezzo, per cui la nostra capacità di supportare i clienti non si è modificata durante la fase critica dell’emergenza. Anzi, a causa del lockdown abbiamo riscontrato una domanda maggiore di connettività e servizi, poiché è aumentata la necessità da parte delle aziende di un supporto preciso e qualificato per la loro attività in smart working”, aggiunge il Presidente.

“Siamo assolutamente soddisfatti sia dei risultati operativi sia della situazione finanziaria, tant’è che abbiamo confermato la guidance 2020, seppur nella fascia bassa per tenere conto di eventuali tensioni di liquidità che qualche azienda potrebbe riscontrare”.

Guidance che, ricordiamo, indica per l’esercizio in corso un fatturato tra i 165 e 175 milioni di euro e un Ebitda tra 51 e 56 milioni di euro. Confermata anche la distribuzione del dividendo da 0,02 euro per azione, per un importo complessivo pari a 3,28 milioni, con un pay-out di circa il 30,20% sull’utile netto consolidato e del 65,35% dell’utile netto di Retelit.

Per continuare a leggere l’analisi di Market Insight su retelit clicca qui.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*