Safe Bag: l’analisi fondamentale di Websim

A cura dell’Ufficio Studi di Websim

Safe Bag, fondata nel 1977 e quotata sul comparto AIM di Borsa Italiana, è leader internazionale nel servizio di protezione bagagli in aeroporto, con circa 150 punti vendita in 50 dei principali aeroporti nel mondo (rispetto ai 25 di fine 2017). La società è l’unica attiva in questo settore a essere quotata e, a partire dal secondo semestre 2019, sbarcherà nel segmento Star di Piazza Affari dopo aver cambiato nome in TraWell Co. Safe Bag è strutturata come holding a capo di una serie di controllate.

Il servizio di protezione bagagli include due pacchetti:

– Basic Protection: avvolgimento del bagaglio mediante pellicola anti-fire e biodegradabile, e garanzia di rimborso per danneggiamento e furto dei contenuti;

– Lost & Found Concierge, che include: il rintracciamento e il rimborso per ritardata consegna o per perdita definitiva; l’assistenza Lost & Found sempre attiva; i servizi informativi prima, durante e dopo il viaggio.

Il servizio Lost & Found Concierge è fornito dalla controllata SOS Travel (tour operator anch’esso quotato su AIM). Inoltre, la capogruppo offre in alcuni aeroporti anche ulteriori servizi ai passeggeri, tra cui deposito o spedizione bagagli.

Azionariato e governance

La società è controllata al 56,56% da RG Holding. Altri azionisti di rilievo sono A.C. Holding Investments SA (9,19%), Marchin Investments BV (6,45%) e l’attuale amministratore delegato Alessandro Notari (4,38%). Il fondatore Rudolph Gentile riveste la carica di presidente.

Risultati terzo trimestre 2018

Safe Bag ha chiuso il terzo trimestre 2018 con fatturato e redditività in forte crescita rispetto allo stesso periodo del 2017. In particolare, i ricavi hanno raggiunto 30,9 milioni di euro, in aumento del 47,2% su base annua (21 milioni di euro nel terzo trimestre dell’anno precedente). L’Ebitda ha raggiunto 5,5 milioni di euro, in crescita del 57,6% (3,5 milioni nel 2017). La crescita è stata determinata dall’acquisizione di PackandFly e di Care4Bag, dall’accordo con l’aeroporto di Roma Fiumicino e dall’incremento delle vendite e dei servizi ad alto valore aggiunto.

Notizie recenti

Dati positivi sono arrivati dal traffico aeroportuale. I passeggeri degli scali italiani, in linea con la tendenza degli ultimi 4 anni, continuano ad aumentare. Sono stati 185,7 milioni nel 2018, quasi il 6% in più rispetto all’anno precedente, per un totale di 1,6 milioni di movimenti aerei (+3,1%). Le cifre sono evidenziate da uno studio di Assaeroporti, che segnala come siano in crescita anche i numeri del traffico internazionale (+7,2%). In termini passeggeri, Roma Fiumicino si conferma al primo posto con quasi 43 milioni di viaggiatori (+4,9% sul 2017). Considerando anche lo scalo di Ciampino, Aeroporti di Roma segna il record storico di quasi 49 milioni.

Dicembre 2018: la controllata Safe Bag Brasil LTDA ha firmato un accordo di 2 anni per la fornitura dei propri servizi presso l’aeroporto brasiliano di Salvador de Bahia “Deputato Luis Eduardo Magalhanes” (8 milioni di passeggeri nel 2017).

Invece, a ottobre, il gruppo ha siglato, tramite la controllata Wrapping Service, un accordo di 7 anni con l’aeroporto internazionale Sheremetyevo di Mosca, lo scalo più importante della Russia che ha registrato circa 40 milioni di passeggeri nel 2017.

Outlook e previsioni

Il piano industriale approvato da Safe Bag ha fissato i seguenti target per il 2022:

-Ricavi a 75,7 milioni di euro
-Ebitda a 14 milioni, ovvero il 18,5% dei ricavi
-Utile netto a 9,5 milioni
-Posizione finanziaria netta a 15,3 milioni

Ubi Banca, dopo aver analizzato il piano industriale, ha alzato il target price da 5,9 euro a 6,4. Confermato il giudizio Buy.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*