Saipem prova a chiudere il gap ribassista aperto a marzo

Saipem ha superato di slancio la resistenza statica in area 2,50 euro che dalla seconda metà dello scorso mese di marzo impediva al titolo di recuperare terreno dai minimi di dell’anno. Un movimento accompagnato da scambi giornalieri in crescita e dall’incrocio al rialzo delle mobili a 21 e 50 sedute (ora a quota 2,265 e 2,270) e che sta riportando il titolo a chiudere il gap ribassista aperto a 2,823 euro il 9 marzo scorso.

I prossimi obiettivi tecnici di Saipem

Dopo una eventuale quanto auspicabile fase laterale di consolidamento di breve termine che possa consentire ai principali indicatori e oscillatori tecnici di allontanarsi dalla zona di ipercomprato tecnico, al rialzo i prossimi obiettivi sono individuabili in prima battuta in area 3,15/3,20 euro e in seguito nella zona compresa tra 3,50 e 3,65. Stop loss da posizionare a quota 2,50.

Da rilevare inoltre che attualmente il titolo vanta un rendimento del dividendo dello 0,37%.       G.R.

Il trend di Saipem a Piazza Affari nel medio termine

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*