Sostegno per i settori ciclici europei

europa, mondo

A cura di Dws

Dai recenti dati macroeconomici (tra cui l’indice PMI e altri indicatori del clima economico) si desume che i periodi di debolezza dei mesi scorsi sono state superati e che la ripresa economica, per quanto lenta, si mantiene costante.

Inoltre l’inflazione è ancora modesta ma tende al rialzo, i rendimenti obbligazionari salgono, il petrolio rincara e il dollaro si è indebolito. Dunque le principali variabili economiche per il posizionamento settoriale suggeriscono un orientamento più ciclico dei portafogli azionari europei. Il grafico sottostanteconfronta le performance settoriali dell’indice Euro Stoxx600 raggruppate per rendimenti trimestrali.

Guadagni e perdite dei settori dell’indice Stoxx600

A quanto pare gli investitori si stanno adeguando al contesto economico e dirigono i loro capitali verso i settori ciclici delle borse europee. Le aziende petrolifere e del gas sono avvantaggiate dal rincaro del greggio, mentre il settore finanziario sembra trarre slancio dal lieve aumento dei rendimenti obbligazionari e dall’irripidimentodella loro curva. I prodotti chimici e industriali sono favoriti dai solidi indicatori dell’espansione economica. Invece in coda alla classifica figurano i settori tipicamente difensivi come la telefonia, i servizi pubblici e gli immobili.

All’inizio del quarto trimestre le azioni europee potrebbero ricevere forte slancio dal vigoroso andamento dell’economia, dal rasserenamento del clima politico in Italia se sarà concordata una legge di bilancio e dalla ponderazione relativamente ampia dei settori ciclici nei principali indici azionari europei.

Tutti questi fattori potrebbero ridurre la sottoperformancedelle azioni europee rispetto alle altre borse. Durante i recenti ribassi i multipli di valutazione sono diventati più convenienti e dunque la situazione si prospetta favorevole alle azioni europee, ancora sottoponderatenei portafogli degli investitori internazionali, i quali generalmente tuttora sembrano preferire posizionamenti difensivi.