Sterlina, rischi di forte volatilità all’orizzonte

Sterlina

A cura di Vincent Mivelaz, analista di Swissquote

La faccenda della sospensione del Parlamento britannico si fa estremamente seria dopo che la Regina Elisabetta ha validato la proposta del premier Boris Johnson di bloccare i lavori parlamentari per cinque settimane e che in poche ore i cittadini britannici sono scesi in piazza in maniera massiccia per dimostrare la loro contrarietà a questa mossa. Se dovesse essere implementata, infatti, questa misura ridurrebbe drasticamente il numero dei giorni che i parlamentari avrebbero a disposizione per bloccare l’uscita senza accordo del Regno Unito dall’Unione Europea.

Considerando la complessità della questione, la sterlina appare tutto sommato dimostrare una buona resistenza e ciò è giustificato se si pensa che tutte le ipotesi alternative sono già allo studio (appello legale, voto di sfiducia al governo e una legge in fretta e furia che possa bloccare la cosiddetta hard Brexit), offrendo così ai trader sulla moneta britannica uno spunto rialzista.

Nonostante l’urgenza di dibattere sull’argomento in tempo utile prima della deadline di fine ottobre costituisca un forte driver, si tratta ovviamente di uno spazio di manovra limitato dal momento che mancano solo sei giorni al rientro dei parlamentari dalla pausa estiva. Di conseguenza, i rischi di una notevole volatilità e di un nuovo scivolone del pound rimangono più che mai attuali, specie se si riflette sul fatto che gli indicatori di risk reversal stanno puntando ai minimi degli ultimi quattro mesi.

D’altra parte sembra abbastanza difficile anche valutare attentamente il piano di Johnson, che solo la scorsa settimana ha accettato la proposta della Merkel di tentare un’intesa sulla questione del backstop irlandese, o il fatto che disarmare il Parlamento inglese è un’idea nata per sbloccare la posizione europea e con ciò sperare in alcune modifiche negli attuali accordi in vista della Brexit.

Commenta per primo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà mostrato.


*