Gli Usa sono davvero nella fase finale del ciclo economico?

A cura del Macro Strategy Team di Mirabaud AM L’economia statunitense, sovralimentata dal recente stimolo fiscale, ha raggiunto la piena occupazione, la crescita è vicina al 3% e l’inflazione è sotto controllo. Gli Stati Uniti si stanno muovendo adesso verso la fase finale del ciclo economico e molti investitori prevedono una recessione per il 2020. Le ragioni principali alla base di...

La normalizzazione delle economie potrebbe implicare rendimenti modesti

mondo mappa
Dopo un decennio positivo, sembra che i mercati stiano tornando alla situazione pre-crisi. “La nostra analisi – afferma Colin Moore, Chief Investment Officer Globale di Columbia Threadneedle Investments – suggerisce che questa normalizzazione potrebbe determinare un netto ridimensionamento dei rendimenti rispetto a quanto osservato negli anni successivi alla crisi finanziaria, durante...

Il rallentamento sincronizzato: lo scenario di Pimco per il 2019 in cinque punti

mondo mappa
Il superamento del picco di crescita del ciclo economico, la continua riduzione del supporto delle banche centrali e la presenza di un rischio politico per diversi Paesi, sono alcuni dei temi affrontati nel report elaborato per il primo trimestre del 2019. Nell’outlook di Joachim Fels, Consulente Economico Globale di Pimco, nell’anno appena iniziato, cinque macro-dibattiti si caratterizzano per...

Svizzera, l’inflazione torna salire

gnomo svizzera
I prezzi in Svizzera tornano a salire in modo non trascurabile: nel 2018 l’inflazione si è attestata allo 0,9%, rispetto al +0,5% registrato nel 2017 e i rincari negativi dei due anni precedenti, secondo quanto riportato dal sito web della Rsi. Si tratta del dato annuo più elevato dal 2008, pari a +2,4 per cento. La crescita del 2018 è dovuta in particolare agli aumenti di costo dei prodotti...

Azionario, il recupero durerà ancora a lungo?

Di Giuseppe Sersale, Strategist di Anthilia Capital Partners Sgr Terza chiusura positiva a fila per l’S&P 500 ieri sera. Messi insieme, i 3 rialzi superano il 5%, mentre rispetto ai minimi, segnati il 24 dicembre, il rimbalzo flirta con il 10%. Diciamo che il recupero comincia ad essere importante, anche se dobbiamo considerare che segue una discesa eccezionale come rapidità. Dal punto di...

Accordo Usa – Cina più vicino?

Usa Cina
A cura di Wings Partners Sim L’amministrazione statunitense si è espressa con ottimismo sulla possibilità di raggiungere un accordo commerciale con la Cina prima dell’ingresso di nuove sanzioni commerciali il prossimo marzo. Secondo il Segretario del Commercio Wilbur Ross l’intesa dovrebbe prevedere più acquisti di prodotti americani (dal gas naturale ai semi di soia), oltre ad una riforma...

Mercati Emergenti, chi vincerà e chi perderà nel 2019 secondo Ubp

emerging markets
Di Karine Jesiolowski, Senior Investment Specialist Emerging Market Fixed Income di Ubp Il 2018 è stato un anno di grande volatilità per l’obbligazionario dei Mercati Emergenti, ma per il 2019 ci aspettiamo che queste aree offrano opportunità interessanti per gli investitori. In Argentina la recessione dovrebbe rallentare nel 2019, con un PIL in calo “solo” del -1,6% dopo il -2,8%...

L’eccesso di inflazione globale resta un forte rischio

inflazione
Di S. Ahmed e C. St-Arnaud Investment Strategists, Lombard Odier IM L’eccesso di dinamiche inflazionistiche globali è un rischio chiave nel nostro scenario fondamentale di un 2019 senza recessione, ma insidioso (““no recession, yet tricky”). È infatti probabile che le banche centrali passino a una modalità di rialzo dei tassi congiunta, in tutto il mondo, e che la liquidità pompata nel...

Svizzera, si raffredda la congiuntura

gnomo svizzera
Le prospettive per l’economia svizzera non sono più buone come lo erano all’inizio dello scorso anno: secondo quanto riportato dal sito web della Rsi, il barometro del centro di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo (KOF), segna infatti una discesa a 96,3 punti, in calo di 2,6 rispetto a novembre e al di sotto anche delle previsioni più pessimistiche degli analisti. La tendenza...

Cina, rallenta la produzione manifatturiera

borsa cina
La fabbriche cinesi sono entrate in una fase di contrazione. È la prima volta dal 2016. A dicembre l’indice PMI manifatturiero, che raccoglie le indicazioni dei direttori degli acquisti del comparto industriale, è sceso a 49,4 punti, scivolando sotto la soglia di 50, che separa le fasi di espansione da quelle di contrazione. Si tratta del quarto calo mensile consecutivo per l’indice PMI,...

La “Fed Put” non è stata esercitata. Ecco le conseguenze

fed
A cura di Tim Schwarz, manager del team Multi-Asset Credit di Investec AM Nonostante la recente volatilità dei mercati, la cosiddetta “Fed Put” non è stata esercitata e gli operatori di mercato che speravano di ottenere un sollievo dall’inasprimento delle condizioni del credito sono rimasti delusi. Mentre i mercati creditizi stanno chiaramente prezzando un rallentamento dell’economia,...

Quando l’onda si ritrae… l’outlook macro di Generali Investments

A cura di Vincent Chaigneau, Head of Research, Generali Investments Ora che l’onda della politica monetaria accomodante a poco a poco si ritrae, i mercati globali si preparano ad affrontare un altro anno complicato. Il 2019 sarà comunque molto diverso dal 2018: alla luce del previsto rallentamento dell’economia americana, la Fed si prenderà una pausa in estate, se non prima. Di conseguenza,...

Il rischio Italia è diminuito?

Di Stephanie Kelly, Economista Politico, Aberdeen Standard Investments Ora che il governo italiano ha rivisto al ribasso i suoi piani fiscali dal 2,4% al 2,04%, il rischio italiano è diminuito?  I titoli dei giornali italiani sono ottimisti, ma rimaniamo scettici sui numeri reali alla base delle stime di bilancio e sulla longevità della tregua del governo italiano, sia internamente che con la...

Il soft landing e la fine dell’ottimismo a Wall Street

Di François-Xavier Chauchat, Dorval AM Oltre ai costanti sviluppi sul fronte politico e commerciale, che guastano il clima sui mercati, la normalizzazione dell’ottimismo in ambito economico e finanziario negli USA sarà il tema centrale del 2019. Soft landing o catastrofe? Wall Street ha certamente registrato un ribasso, ma le valutazioni possono rimanere così onerose quando tutti si aspettano...

Svizzera, Pil rivisto al ribasso

gnomo svizzera
In Svizzera la Segreteria di Stato dell’economia (Seco) ha corretto al ribasso le previsioni sulla crescita elvetica nel 2019: il Pil, secondo quanto riportato dal sito web della Rsi, aumenterà dell’1,5%, contro il +2,0% previsto tre mesi fa. Gli esperti della Confederazione ritoccano anche la stima per l’anno in corso, che scende dal +2,9% al +2,6%, e avanzano un primo pronostico...