Rialzo dei beni rifugio e tensioni sugli high yield: il focus di M&G

mondo mappa
A cura di Elena Moya, M&G Investments A ricordarci la vera natura dei mercati, sia le azioni che le obbligazioni a ottobre hanno patito il clima di timore per gli effetti che il rialzo dei tassi e le guerre commerciali potrebbero avere sulla crescita economica e la redditività societaria. Il mese scorso ha portato alla luce un rallentamento, soprattutto in Europa e in Asia: nell’Eurozona la...

Fmi, riviste al ribasso le stime sulle crescita a livello mondiale

mondo mappa
Il Fondo monetario internazionale ha rivisto al ribasso le stime di crescita dell’economia mondiale. Nel dettaglio, secondo il Fmi, il PIL globale salirà del 3,7% sia nel 2018 sia nel 2019, ovvero 0,2 punti percentuali in meno rispetto alle previsioni precedenti per tutti e due gli anni. ”La ripresa è meno bilanciata. I rischi al ribasso sono aumentati negli ultimi sei mesi”, si...

Svizzera, crescita del Pil stimata al +2,9% nel 2018

gnomi svizzera
Il Pil svizzero, secondo l’aggiornamento autunnale delle previsioni del Kok (l’istituto di ricerche congiunturali del Politecnico di Zurigo),  si avvia a crescere del 2,9% nel 2018 rispetto allo scorso anno. La stima,  secondo quanto riportato dal sito web della Rsi, è molto più ottimistica del 2,1% che era stato calcolato in estate. L’industria sta sfruttando le sue capacità di produzione...

Eurozona, rallentano crescita di M3 e indici di fiducia

mondo mappa
A cura di Marco Vailati, Direttore Centrale Responsabile Ricerca e Investimenti di Cassa Lombarda EZ: rallentano la crescita di M3 e gli indici di fiducia. Il Cpi aumenta, ma solo nelle componenti volatili. Si riduce il supporto monetario alla crescita con la decelerazione di M3 che si porta ai minimi dall’11/14. Il calo dipende però prevalentemente da M1, mentre cresce ancora l’erogazione di...

Growing, But Slowing

mondo mappa
A cura di Joachim Fels e Andrew Balls, PIMCO The much-hyped synchronized global expansion of 2017 has long receded in the rearview mirror as global growth reached its zenith around the turn of the year (see “Peak Growth,” Cyclical Outlook, December 2017). But growth has not only plateaued, it has also become more uneven across regions this year. Accordingly, the current market narrative emphasizes...

Economia Usa ancora in gran spolvero ma i rischi di recessione aumentano

Pil Usa
A cura di Matteo Radaelli, Analista indipendente L’economia statunitense rimane solida ma i rischi di medio periodo continuano ad aumentare. I dati pubblicati nelle ultime settimane hanno, infatti, confermato come lo scenario economico per i prossimi mesi rimanga positivo, ma il continuo appiattimento della curva dei rendimenti aumenta i rischi di medio periodo. A nostro avviso, nelle ultime settimane...

L’Argentina continua il suo “tango”

argentina
Di Mike Biggs, Investment manager strategie obbligazionarie Emerging Market, GAM Investments L’Argentina si trova in questo momento ad affrontare numerose sfide. Ma, a nostro avviso, i rendimenti estremamente elevati, la risposta ortodossa di politica monetaria e il coinvolgimento del FMI nella crisi del Paese fanno presagire un contesto positivo nel medio periodo. L’inflazione potrebbe aumentare...

Crisi emergenti, le conseguenze di un contagio

A cura di Wings Partners Sim Il sell-off che interessa i Paesi emergenti si sta diffondendo a macchia d’olio, una situazione che impatterà negativamente sulla crescita globale. Secondo JP Morgan anche le economie più mature inizieranno a breve a risentire dell’effetto contagio, che si andrà a combinare con le controindicazioni derivante dalla fine delle politiche monetarie ultra-espansive. Le...

India, il Pil vola nonostante i timori dalla Cina

india
Il PIL indiano nel secondo trimestre ha messo a segno un’ulteriore accelerazione a +8,2% y/y dal +7,7% y/y dei primi tre mesi dell’anno. Un risultato che “riafferma lo status dell’India come l’economia che cresce al ritmo più veloce al mondo, tra quelle principali, e mette in luce la resilienza del Paese ai timori economici che scaturiscono dalla Cina”, ha sottolineato Craig Botham,Emerging...

Usa, crescita sostenuta dai fondamentali e dalla fiducia

Pil Usa
A cura di Wings Partners Sim L’economia americana è in salute e in crescita, con la revisione del PIL del secondo trimestre dell’anno che certifica un miglioramento rispetto alla prima stima e fissa la crescita degli Stati Uniti al 4,2% rispetto al 4,1% stimato a luglio e soprattutto segue il +2,2% registrato nel primo trimestre. Il dato batte le attese degli analisti che stimavano un lieve calo...

Pil Usa rivisto al rialzo grazie all’export

Pil Usa
A cura di Antonio Cesarano, Chief Global Strategist, Intermonte SIM Il PIL Usa del secondo trimestre a sorpresa è rivisto ulteriormente al rialzo da 4,1% a 4,2%. Tra le varie voci oggetto di revisione migliorativa, figura soprattutto la contribuzione delle esportazioni nette ( da 1,06% a 1,117%), livello massimo da fine 2013. Il forte contributo delle esportazioni nette rende ora più verosimile l’ipotesi...

Svizzera, Pil in crescita ma a due velocità

gnomi svizzera
Il prodotto interno lordo (PIL) svizzero nel 2017 è salito dell’1,6% rispetto all’anno precedente, raggiungendo i 668,6 miliardi di franchi, secondo la prima stima dell’Ufficio Federale di Statistica, pubblicata ieri. La crescita, si legge sul sito della Rsi, presenta elementi contrastanti, con da una parte un marcato rallentamento del contributo del commercio estero e dall’altra...

Schroders taglia le stime del Pil dell’Eurozona

A cura di Azad Zangana, Senior European Economist and Strategist, Schroders L’Eurozona non è riuscita a mettere a segno un rimbalzo della crescita nel secondo trimestre e si trova ora in una posizione difficile, aggravata dal fatto che, a nostro avviso, la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina è destinata a rivelarsi più grave e duratura del previsto. L’economia europea è orientata verso...

Il sell-off turco scuote i mercati globali

Turchia
Di Richard Jenkins, gestore emerging market debt, State Street Global Advisors  Venerdì i problemi economici e finanziari in Turchia hanno raggiunto un punto particolarmente critico, perché i mercati non erano convinti che Erdogan potesse contenere i problemi economici del paese e Trump ha minacciato il raddoppio di alcuni dazi sui metalli. La lira ha toccato un minimo storico, causando forti perdite...

Rame termometro della salute cinese

Da giovedì 23 agosto parte ufficialmente la terza tranche di dazi statunitensi sulle importazioni cinesi, con 279 tipologie di prodotti per un controvalore di 16 miliardi di dollari di beni importati che saranno soggetti a una tassazione addizionale del 25%. Viene così allungata la lista che dallo scorso 6 luglio assoggetta a dazi beni importati per un controvalore di 34 miliardi con l’obiettivo,...