Trimestre con record di scambi per il mercato ETFplus di Borsa Italiana

Il mercato ETFplus ha archiviato il primo trimestre del 2015 confermando il trend di crescita: gli Etf da gennaio a marzo hanno registrato una media giornaliera di 13.155 contratti (+32,7% rispetto allo stesso trimestre del 2014) per un controvalore di 349 milioni di euro; gli ETC 8.694 contratti (+173% rispetto allo stesso trimestre del 2014) per un controvalore di 86,6 milioni di euro. Il trimestre si è chiuso con un nuovo record storico per l’AUM degli ETF, salito a quota 41,89 miliardi di euro (+55,29% rispetto a marzo 2014). I flussi netti su ETF sono stati pari a 3,75 miliardi di euro (+107% rispetto al primo trimestre del 2014).

ETFplus ha visto il debutto di cinque nuove tipologie di strumenti: due ETF su indici di obbligazioni corporate a tasso variabile; due ETF mid cap equal weighted; un ETF sull’indice JPX-NIKKEI 400; un ETF a gestione attiva con copertura dal rischio cambio EUR/USD; un ETC a leva 2 short sul petrolio WTI.

Da inizio anno al 31 marzo 2015 sono stati quotati in Borsa Italiana 26 ETF e 3 ETC/ETN. Il mercato conta 671 ETF e 256 ETC/ETN sul listino per un totale di 13 emittenti.

Inoltre, il mercato ha dato il benvenuto ai primi OICR aperti: 12 comparti di New Millennium Sicav e 14 fondi di diritto italiano.

“Nel 15° anniversario del lancio degli ETF in Europa – ha affermato Silvia Bosoni, Responsabile Listing su ETFplus di Borsa Italiana – il mercato italiano continua ad avere un ruolo primario e a segnare nuovi record sia in termini di contratti conclusi che di masse raccolte, confermando la validità delle scelte che Borsa Italiana ha fatto e continua a fare per valorizzare e far crescere ETFplus. Inoltre, nell’ambito dell’innovazione, che da sempre rappresenta uno dei nostri driver principali, abbiamo dato il benvenuto, su un segmento ad hoc, ai primi due emittenti di fondi aperti e ne attendiamo molti altri nei prossimi mesi”.