Un 2017 positivo ma sottotono per le asset allocation in Etf

Hai domande o commenti? Scrivi a info@finanzaoperativa.com

Dopo un avvio promettente, il mese di dicembre si è chiuso in negativo per le asset allocation in Etf, con una performance media del -0,59% circa. “Colpa” soprattutto della componente obbligazionaria a lungo termine che ha perso terreno nella seconda metà di dicembre e dell’equity europeo, in calo di oltre il 2 per cento. Sull’intero 2017, comunque, tutti gli otto panieri sono in positivo: i due migliori si confermano quelli dell’asset allocation AA Eu+ (nella versione moderata) con una performance del +4,28% e della AA US+, anch’essa nella versione moderata, con un 4,23 per cento.

Le performance non sono state esaltanti, anche se abbastanza in linea con la media storica, ma va ricordato che in periodi di forte bull market queste strategie tendono per loro natura a sottoperformare i mercati. Qui tutti i dettagli: download.

Con il giro mese (e anno), poi, sono cambiati, come da metodologia del sistema, i pesi relativi di tutti i portafogli. Quelli per il mese di gennaio 2018 sono nello zip (download) che contiene i cinque file in formato excel: ognuno di essi riporta i risultati storici e i pesi mensili dei portafogli in Etf. Il dato più recente – evidenziato in grassetto azzurro – riguarda i pesi per il mese in corso. Le note metodologiche si trovano qui.

Questi infine gli Etf utilizzati: iShares S&P500 (IUSA); Lyxor Eurostoxx50 (MSE); Ishares Msci World (IWRD); Lyxor Euromts 3-5y (EM35); Lyxor Euromts 10-15y (EM1015). Max Malandra

Share this post: